Fotografo di scena / reference per postproduzione

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.730
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
Il mio primo ingaggio come fotografo è stato nel 2010. Al tempo lavoravo in una società di effetti visivi specializzata in videoclip musicali e pubblicità.

In quel periodo facevo una testa così a tutti quanti sulle cose che stavo scoprendo studiando la direzione della luce in fotografia (anzi da allora non ho smesso di parlarne :p). Quando iniziò la produzione di un cortometraggio horror su cui la società avrebbe lavorato mi chiesero di fare da fotografo di scena e di fare un rilievo fotografico degli ambienti e degli oggetti che dovevano poi ricostruire in 3D.

In tutto quindi questo ingaggio si divise in tre giornate.

Nella prima giornata andai sul set dove avrebbero girato le scene in cui c'erano da ricostruire gli ambienti in 3D. Si trattava di un appartamento di Roma vicino San Giovanni. Ho scattato varie foto di ognuna delle stanze per dare un riferimento a chi avrebbe lavorato sul modello 3D e poi mi sono dedicato a ogni trama e ogni oggetto presente nelle scene.

Dopo aver modellato in 3D un oggetto (che sia un mobile o una stanza), la fase successiva è il texturing, ovvero applicare a ogni elemento la trama che gli appartiene. Quindi è importante che queste immagini (le texture) abbiamo un'illuminazione omogenea e sia possibile ripeterle.

Ecco una breve selezione:


01_Texture_01.jpg 01_Texture_02.jpg 01_Texture_03.jpg 01_Texture_04.jpg 01_Texture_05.jpg 01_Texture_06.jpg

Il primo giorno quindi sono state sopratutto legno, mattonelle e vari dettagli di mobili. :p
 

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.730
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
Il secondo giorno invece sono andato nell'appartamento della scenografa del film, che aveva selezionato alcuni degli oggetti con cui si doveva arredare il set dell'appartamento.

Anche qui il mio compito è stato di fotografare questi oggetti dalle angolazioni principali, per permettere ai modellatori di ricrearle facilmente (una delle tecniche che si usa in 3D per la modellazione è appunto quella di avere foto da davanti, lato e sopra allineate nelle varie visuali e scolpire gli oggetti seguendo il riferimento).

Ecco alcuni degli scatti di quel giorno:

02_Oggetti_01.jpg 02_Oggetti_02.jpg 02_Oggetti_03.jpg 02_Oggetti_04.jpg 02_Oggetti_05.jpg 02_Oggetti_06.jpg 02_Oggetti_07.jpg 02_Oggetti_08.jpg 02_Oggetti_09.jpg

Erano tanti oggetti e il tempo a mia disposizione ovviamente era pochissimo. Per gli oggetti più piccoli ho preso un cartoncino bianco che avevo portato e l'ho usato come limbo. L'illuminazione consisteva in un flash con un ombrello e un altro cartoncino usato come fill-light. La cosa importante era ottenere foto ben esposte, con i colori reali e le ombre poco contrastate (ma direzionali) per poter capire bene la forma dell'oggetto.
 

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.730
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
L'ultimo giorno legato a questo ingaggio era il giorno in cui si giravano le scene nell'appartamento in cui avevo fatto le foto all'inizio.

Le cose per me erano più complicate ovviamente, perché mi era stato chiesto di reperire materiali aggiuntivi per il reparto 3D di alcuni mobili e alcuni dettagli che solo quel giorno si potevano fotografare. Quindi durante tutta la fase in cui la troupe si preparava, io andavo in giro e continuavo a fare foto ai mobili e ai muri. :p

L'appartamento era piccolo, pieno di gente e di cineprese enormi, perché queste scene venivano riprese in stereoscopia da una società specializzata. Armato solo del 17-85mm mi sono infilato in ogni spazietto che si apriva verso il punto delle riprese e ho documentato la giornata di riprese.

03_Riprese_02.jpg
Uno dei ciak utilizzati durante la giornata con scritte sul nastro telato le informazioni che non cambieranno tra le varie scene.

03_Riprese_01.jpg
Il tavolo dove si erano installati i colleghi degli effetti speciali, che hanno tutta la mia stima perché non fanno queste cose finte al computer come noi degli effetti visivi. :p

03_Riprese_03.jpg
Il camerino durante la piccola riunione prima del make-up degli attori, con i registi e i produttori.

03_Riprese_04.jpg
Uno dei molossi utilizzati per fare la ripresa stereoscopica. Sono dei rig specializzati con cui lavora questa società (sopra si vede una RED montata in verticale).

03_Riprese_05.jpg
Gli attori seguono le direzioni del regista per la scena in cui viene cavato un dente alla ragazza! O_O

03_Riprese_06.jpg
Anche dal vivo questo attore faceva paura quando era serio, ma in realtà era molto simpatico e mi aveva fatto notare sulla rampa di scale che c'era una macchina che formava la silhouette del Padrino!

03_Riprese_07.jpg

03_Riprese_08.jpg
Nella stanza a fianco, sul monitor di riferimento stavano tutti quanti (dai produttori agli operatori di macchina) a guardare lo schermo in stereoscopia con gli occhialetti. :cool:

03_Riprese_09.jpg
Un po' dappertutto c'era sangue e denti, alla fine delle riprese la ragazza aveva perso una cinquantina di denti!

03_Riprese_10.jpg
Una di queste luci utilizzate per la ripresa costano più di tutta la mia attuale attrezzatura fotografica messa insieme! @_@

E' stata un'esperienza molto interessante e nonostante la mia poca esperienza a quel tempo, rivedendo le foto a quattro anni di distanza, non ho fatto proprio un totale macello! :p

Non è detto che il lavoro come fotografo si trovi solo licenziandosi dal proprio lavoro attuale e tagliando tutti i ponti. Molto spesso dimostrando di avere le qualità necessarie e la volontà di affrontare nuove sfide, si possono trovare piccoli ingaggi collegati agli ambienti che si frequentano spesso (che sia l'ufficio, la scuola o un qualche corso).

Nel mio caso, ogni giornata di scatti mi veniva pagata come una giornata intera di lavoro in ufficio (anche se lavoravo solo tre-quattro ore), non è il tipo di accordo che ti fa diventare subito ricco ma è un bel modo di variare dalla solita routine senza perdere soldi!

E proprio mentre ero lì a fare le foto durante le riprese, il capo della società che si occupava delle cineprese stereoscopiche mi ha chiesto se fossi disponibile come fotografo per un expo a cui dovevano partecipare e questa è un altro piccolo ingaggio che tratterò in un altro intervento su questa sezione! :p
 

barbaquadro

Maestro
Registrato
20 Febbraio 2014
Messaggi
150
Davvero interessante la tua esperienza!
Sarei curioso di sentirne altre a questo punto :)
Non capisco il perché di ricreare gli oggetti in 3D, serve per aggiungerli dopo aver girato i filmati?

Inviato dal mio GT-I9301I utilizzando Tapatalk
 

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.730
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
Sarei curioso di sentirne altre a questo punto :)
L'idea di questa sezione è anche questa, chi ha qualche esperienza di lavoro, anche piccola, se vuole può condividerla così da creare una raccolti di diversi approcci alla fotografia intrapresa come carriera.

Non capisco il perché di ricreare gli oggetti in 3D, serve per aggiungerli dopo aver girato i filmati?
Possono esserci vari motivi, ma in questo caso nel particolare c'era una scena iniziale del film in cui la telecamera partiva da fuori dal palazzo e percorreva i corridoi fino ad arrivare a un armadio. Per questione di budget questa inquadratura l'hanno creata in computergrafica e quindi bisognava riprodurre tutto l'appartamento come nella realtà.
 
Alto