Fotografare in pieno giorno

romeo87

Maestro
Registrato
1 Settembre 2015
Messaggi
373
Salve a tutti.
Diciamo che,da quando ho la reflex, l'ho usata quasi sempre in casa.
Ieri, invece, siamo andati a fare una passeggiata in riva al lago, verso le 13.00.
Ora, il sole era fortissimo, volevo fare qualche ritratto ai miei con il lago alle spalle.
Siccome il sole era veramente forte, ho cercato di posizionare i soggetti col sole laterale, altrimenti non riuscivano ad avere nemmeno gli occhi aperti, solo che, oltre a risultare più sottoesposti rispetto allo sfondo, avevano delle ombre molto marcate sui volti, che ho cercato di schiarire col popup...
Voi, come intervenite in queste situazioni? Cioè, verso quell'ora della giornata, con il sole forte e volendo mettere delle persone davanti ad un bel panorama?
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.560
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
Potrei risponderti con una frase molto corta "aspetta che si rannuvoli" ma oggi mi sento buono e non credo che sia quella che speri, tu hai scelto la situazione di luce che tutti i fotografi odiano, o si accontentano di facce e soggetti con macchie nere oppure fanno come hai fatto tu, un flash che schiarisca le ombre, quindi passare su esposizione manuale e impostare un tempo che mantenga il sincro flash, magari il tempo più veloce possibile per poter aprire il diaframma per poter esporre lo scatto in modo esatto e poi schiarire le parti in ombra dura per renderle leggibili, perchè manuale? perchè usando il pop-up si inserisce normalmente 1/60° l'esposizione, manualmente alcune fotocamere arrivano anche a 1/8000° quindi posso tranquillamente esporre con 1/300 e di conseguenza avere un diaframma che spazia fra 5,6 e dintorni, perchè questi dati? perchè il pop-up non è abbastanza potente e quindi serve un flash "esterno" che opportunamente studiato e conosciuto ti permette di impostare appunto tempi e diaframmi per una esposizione corretta e il flash , magari a 1/2 potenza, ti schiarisce le ombre a distanze di 5/8 metri, mentre il pop-up della fotocamera arriverebbe solo a pochi metri ma ti obbligherebbe a usare un tempo alto (1/60) e con il sole, conseguentemente, un diaframma talmente chiuso che neutralizzerebbe il lampo e quindi sarebbe perfettamente inutile usarlo, spero di averti chiarito qualcosa, anzi direi flashato ;) più che chiarito.....:)
 

romeo87

Maestro
Registrato
1 Settembre 2015
Messaggi
373
Intanto grazie mille, ho capito cosa intenti, la mia macchina, con il popup ha il sincro al massimo 1/200.
Ma con il sole? Laterale ai soggetti? (Che comunque faticano ad avere gli occhi aperti)
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.560
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
Se piove a dirotto che fai? usi l'ombrello, altrimenti non puoi fare, idem in fotografia, se il sole acceca devi cercare una ripresa dove il sole sia neutralizzato, ma come sempre bisogna vedere che scatto stai per fare, se sei con un gruppo di amici e state festeggiando una "pizzata in compagnia" le fotografie verranno e saranno un ricordo, con parti scure, ombre nette e, sicuramente anche faccie buffe, va tutto bene, se stai facendo fotografie impegnate con soggetti che devi valorizzare, esempio un'uscita per delle foto per un book o qualche soggetto, diciamo modelle che sei riuscito a "beccare", prima di portare il soggetto in un posto ben preciso, devi calcolare la luce, lo sfondo e cercare di evitare il sole a picco, è molto difficile da comandare, oppure ti prendi qualche amico che abbia la cortesia di tenerti dei pannelli che modifichino le luci, alternative non ce ne sono, la natura ha i suoi diritti, sapessi quante volte ho spostato un paio d'ore le fotografie agli sposi che dopo la solita cerimonia, volevano andare da qualche parte e io ho dovuto spiegare che la luce non era quella giusta, ma alla fine si adattavano anche loro.... la luce migliore è sempre quella velata, se invece parliamo di panorami, allora la luce giusta è quella che mi da i migliori contrasti, ciao.
 

romeo87

Maestro
Registrato
1 Settembre 2015
Messaggi
373
@49luciano
grazie mille, sempre esaustivo!
Questo mi conforta, pensavo di essere io l'inetto...
Certo che, quando hai due persone davanti che aspettano di essere fotografate, che stanno lì in posa e ti senti la fretta addosso, dovendo pensare alla luce, all'esposizione, alla composizione, si va in palla...
La migliore,è studiarsi tutto prima, per poi invitare i soggetti a farsi la foto!
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.560
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
La fretta non fa parte del bagaglio di un fotografo, serve solo agli schiacciabottoni sportivi e a quelli che credono che scegliendo uno scatto su cento sia la regola, nel primo caso lo sport lo devi seguire e scattare molto cercando l'attimo, nel secondo invece, fra cento fotografie nel cestino ne dovresti buttare duecento, se fai una fotografia la devi comporre nel mirino, studiarla e sapere come sarà dopo lo scatto, quella è fotografia, e se il soggetto ha fretta... tu rispondi io no!
 

tommy__76

GURU
Registrato
6 Dicembre 2012
Messaggi
3.412
Località
Roma
Corpo macchina
nikon d5100
Sesso
Maschio
il fatto che per fotografare (o fare i ritratti) serva tanta luce è un falso mito, ciò che serve è luce ma non una cosa eccessiva, per esempio io amo i controluce ma solo incerti orari (vicino al tramonto) altrimenti cerco sempre delle zone d'ombra magari avendo la luce sullo sfondo.

nell'orario da te indicato potrebbe essere carino trovarsi in un bel bosco, in quel caso la luce è sicuramente meno forte, ricorda sempre che la luce che attraversa qualcosa (come le foglie) ne prende anche il colore.
All'ora con il sole così altro purtroppo solo un flash in HS yi può aiutare, perchè anche il pannello riflettente potrebbe essere inutile.
 

tommy__76

GURU
Registrato
6 Dicembre 2012
Messaggi
3.412
Località
Roma
Corpo macchina
nikon d5100
Sesso
Maschio
Qualche anno in dietro feci delle foto ad una neo modella che mi insulto' bonariamente per tutto il servizio perché Usai un pannello riflettente :giggle:
Riuscire a mettere il soggetto in una zona parzialmente in ombra ed usare il flash sono le cose migliori
il pannello riflettente con il sole di dovrebbe usare la parte "bianca" e non quella "argento" altrimenti è come uno specchio.. oppure va usata nella parte periferica.. tipo illuminare il corpo (a piena luce) in modo sul viso arrivi solo la parte più morbida della luce... comunque non è affatto facile usarlo..
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.560
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
In questo post emerge che non è la quantità di luce il problema, ma la qualità, Tanta luce diffusa permette risultati eccellenti, la stessa quantità ma "direzionale", crea scompiglio e da solo risultati da cestino, @tommy__76 portare i soggetti all'ombra e avere lo sfondo molto luminoso significa avere due campi luminosi differenti e quindi fotografie da lavorare molto e ottenere cmq dei risultati non soddisfacenti, i pannelli sono utili, ma devi avere un aiutante che sappia cosa vuoi tu e che ti segua e che abbia una minima preparazione su cosa vuoi ottenere, chiaramente se sei con amici a fare foto ricordo il pannello sai bene dove tenerlo, in auto, se fai un servizio, tipo Marco :sbav: (@bebboy ) i pannelli servono, poi se hai l'aiutante hai metà del lavoro altrimenti te la devi cavare da solo, ma questo è l'inizio di esperienze che portano a risultati buoni, certo che un bel paio di flash con dei diffusori seri sono il massimo, ma per un fotoamatore queste spese non sono prioritarie, lo diventano col tempo, poi che sia un falso mito che per fare i ritratti ci voglia molta luce, anche qui dipende dal ritratto, all'esterno devi pensare allo sfondo, al colore che prevale e a che profondità di campo ti serve, se lavori in sala posa cerchi di usare luce continua e qui la luce si spreca, un ritratto in sala posa sai già che lo sfondo sarà neutro, che sia bianco o nero o rosa non ha più importanza ma nessuno vedrà se è o meno a fuoco, ma importante sarà il soggetto che dovrà eseere completamente a fuoco e per fare questo ci vogliono diaframmi chiusi e tempi rapidi, allora si che la quantità conta e ne è felice anche l'ENEL :ciao:
 

tommy__76

GURU
Registrato
6 Dicembre 2012
Messaggi
3.412
Località
Roma
Corpo macchina
nikon d5100
Sesso
Maschio
In questo post emerge che non è la quantità di luce il problema, ma la qualità, Tanta luce diffusa permette risultati eccellenti, la stessa quantità ma "direzionale", crea scompiglio e da solo risultati da cestino, @tommy__76 portare i soggetti all'ombra e avere lo sfondo molto luminoso significa avere due campi luminosi differenti e quindi fotografie da lavorare molto e ottenere cmq dei risultati non soddisfacenti, i pannelli sono utili, ma devi avere un aiutante che sappia cosa vuoi tu e che ti segua e che abbia una minima preparazione su cosa vuoi ottenere, chiaramente se sei con amici a fare foto ricordo il pannello sai bene dove tenerlo, in auto, se fai un servizio, tipo Marco :sbav: (@bebboy ) i pannelli servono, poi se hai l'aiutante hai metà del lavoro altrimenti te la devi cavare da solo, ma questo è l'inizio di esperienze che portano a risultati buoni, certo che un bel paio di flash con dei diffusori seri sono il massimo, ma per un fotoamatore queste spese non sono prioritarie, lo diventano col tempo, poi che sia un falso mito che per fare i ritratti ci voglia molta luce, anche qui dipende dal ritratto, all'esterno devi pensare allo sfondo, al colore che prevale e a che profondità di campo ti serve, se lavori in sala posa cerchi di usare luce continua e qui la luce si spreca, un ritratto in sala posa sai già che lo sfondo sarà neutro, che sia bianco o nero o rosa non ha più importanza ma nessuno vedrà se è o meno a fuoco, ma importante sarà il soggetto che dovrà eseere completamente a fuoco e per fare questo ci vogliono diaframmi chiusi e tempi rapidi, allora si che la quantità conta e ne è felice anche l'ENEL :ciao:
concordo con un flash e magari un bel diffusore si ottengono cose decisamente accettabili.. il gioco che spesso propongo quando organizzo qualche "model sharing" è quello di usare esposizione matrix e priorità tempi... in questo modo il soggetto verrà sotto esposto ed lo sfondo esposto correttamente.. fatto questo, semplicemente giocando con i flash non resta che provare ad ottenere una buona luce...

entrambe le foto sono state scattate a sole alto.. nella seconda foto la luce è sporcata di verde perchè è passata attraverso le foglie verdi.

ftm_9768 by Andrea Tomasso, su Flickr

DSC_3876 by Valentina Ruggiero, su Flickr
 

romeo87

Maestro
Registrato
1 Settembre 2015
Messaggi
373
@tommy__76
Grazie del passaggio e grazie a tutti per i consigli.
Per l'esposizione matrix, non sono pienamente d'accordo, sarà perché ho sempre e solo usata quella spot, ma, in quest'ultima, tutto è sapere dove misurare per regolare di conseguenza, inoltre, se hai già un idea di come vuoi la foto finale,i valori, beh, sono già quasi vincolati anche quelli...

Questo post, non nasce tanto perché chiedevo come impostare la macchina, questo, fa parte un po'della base, ma più sulla posizione dei soggetti rispetto al sole e magari rispetto allo sfondo.

Anche qui, avere la linea del mare che "trancia" un collo,o altri errori...

Inoltre, nei ritratti, l'importante è il fuoco sulla persona, ma se ti trovi in un bel posto, allora vuoi dare impotenza anche allo sfondo, ma rischi di avere una foto troppo confusionaria, allora, in linea di massima, che pdc servirebbe??

Insomma, la o le domande erano, più che i valori, come posizionare i soggetti per dare importanza a loro, ed al contesto in cui si trovano
 

tommy__76

GURU
Registrato
6 Dicembre 2012
Messaggi
3.412
Località
Roma
Corpo macchina
nikon d5100
Sesso
Maschio
@tommy__76
Grazie del passaggio e grazie a tutti per i consigli.
Per l'esposizione matrix, non sono pienamente d'accordo, sarà perché ho sempre e solo usata quella spot, ma, in quest'ultima, tutto è sapere dove misurare per regolare di conseguenza, inoltre, se hai già un idea di come vuoi la foto finale,i valori, beh, sono già quasi vincolati anche quelli...

Questo post, non nasce tanto perché chiedevo come impostare la macchina, questo, fa parte un po'della base, ma più sulla posizione dei soggetti rispetto al sole e magari rispetto allo sfondo.

Anche qui, avere la linea del mare che "trancia" un collo,o altri errori...

Inoltre, nei ritratti, l'importante è il fuoco sulla persona, ma se ti trovi in un bel posto, allora vuoi dare impotenza anche allo sfondo, ma rischi di avere una foto troppo confusionaria, allora, in linea di massima, che pdc servirebbe??

Insomma, la o le domande erano, più che i valori, come posizionare i soggetti per dare importanza a loro, ed al contesto in cui si trovano
Purtroppo la PDC dipende anche dal resto, mi piego, se usi i pannelli allora puoi scattare anche a TA, per esperienza personale non è vero che è sempre bello o buono scattare a TA anzi spesso scatto a f4 per vari motivi...

Se invece scatti con i flash (sopratutto se non hanno HS) dovrai restare nei tempi di sincro da poco ho scoperto che la mia nikon mi consente di scattare a 1/320 anche con i triger guadagnando uno stop dal 1/160 che usavo prima, in questo caso chiaramente il diaframma sarà variabile (se vuoi avere una PDC minore dovrai usare un obbiettivo più lungo)

Il sole di solito lo uso come "separation" oppure come "hairlight" e comunque per lo sfondo.
Per le foto a mare puoi sfruttare il bagnasciuga per i riflessi (quindi facendo sdraiare la persone).

l'orizzonte non dovrebbe mai tagliare il collo, ma poi come sempre tutto dipende, certo è che se immagino foto a mare con persona vestita e orario le 13... beh avrei cambiato location!

di certo quel tipo di luce non si può usare diretta.
 

Andrea85

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
31 Luglio 2014
Messaggi
8.929
Località
Grosseto
Corpo macchina
Sony alpha A7 Miii
Sesso
Maschio
Concordo con gli interventi sopra! Intanto ti dico che in quelle condizioni è sempre un casino, ed è difficile riuscire a sfruttare discrete aperture di diaframma se si è in pieno sole!! Anche io come te uso il popup, ma tocca chiudere parecchio parecchio il diaframma, inoltre mantengo una generale sovraesposizione da ridurre eventualmente in post se vedo che dovrei chiudere troppo il diaframma. Se è possibile cerco sempre un posto in ombra o parzialmente a riparo dal sole in modo da non dover usare il popup...il pannello riflettente può essere di grande aiuto, ma se ce l'hai dietro significa che hai programmato la sessione di scatti, e se l'hai programmata...........programmala ad un'ora più consona :p.
 

romeo87

Maestro
Registrato
1 Settembre 2015
Messaggi
373
Anche io come te uso il popup, ma tocca chiudere parecchio parecchio il diaframma,
Perché? Regolare direttamente la potenza del flash o la distanza dalla macchina non è meglio?

La cosa più importante che ho appreso in tutta la mia inesperienza è che, tempo e diaframma, mi devono servire in primis per avere la foto (come effetto) come la voglio e poi per regolare l'esposizione, altrimenti, tanto vale scattare in automatico e non manuale...
 

Andrea85

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
31 Luglio 2014
Messaggi
8.929
Località
Grosseto
Corpo macchina
Sony alpha A7 Miii
Sesso
Maschio
Perché? Regolare direttamente la potenza del flash o la distanza dalla macchina non è meglio?

La cosa più importante che ho appreso in tutta la mia inesperienza è che, tempo e diaframma, mi devono servire in primis per avere la foto (come effetto) come la voglio e poi per regolare l'esposizione, altrimenti, tanto vale scattare in automatico e non manuale...
Se il sole picchia come si deve...non c'è possibilità di scattare a diaframmi aperti a 1\200 di secondo.
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.560
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
Ragazzi, l'unica cosa da fare è; prendere la macchina fotografica. una cavia (va bene anche la fidanzata o l'amico) saltare il pranzo, uscire con la cavia e andare in un posto dove il sole prosciuga il sangue e è esattamente a picco, sì proprio quello che rompe tantissimo, e fare foto con prove su prove usando flash, pannelli, riflettori di ogni tipo, va bene anche del cartone rivestito da rotolo di alluminio, (dalla parte opaca) e scattare ancora fino a che le cavie sono secche, (fidanzata o moglie inca..ata nera e amico che non ti rivolge la parola) tornate a casa e scaricate le foto, tralascio di dire che sarebbe utile avere un blocchetto di carta, sì proprio la carta, quella estratta dal legno di pioppo, quella vecchia che c'era prima della tecnologia, e scriverci gli appunti... poi cancellare dalla mente i consigli sopra e vedere cosa hai ottenuto/imparato in quel paio d'ore di sofferenza, sotto il sole e con la perdita di amico e consorte.
:) ;)
 
Alto