Santa Rita.

andreaD

PRO
Registrato
19 Settembre 2021
Messaggi
895
Località
Velletri (vicino Roma)
Sito Web
www.instagram.com
Corpo macchina
Nikon d7100
Sesso
Maschio
La struttura è molto bella è anche la composizione mi piace, unica cosa che i colori li vedo poco consoni, mi sembra un pò innaturale come chiesa, secondo me l'illuminazione era meglio lasciarla più veritiera, sempre se non lo è è sono io a pensare sbagliato
 

hauk

PRO
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
1.644
Sesso
Maschio
Grazie Andrea per il commento. :handshake:

Se scarichi la foto e la apri con un programma di editor ti accorgerai che l'istogramma è corretto e non è sovraesposto.

Semplicemente ho chiuso un pò il diaframma per dare del motivo a stella sulle luci, ma è un effetto voluto in fase di scatto.

Sulla luminosità e la nitidezza dell'immagine è tutto merito della lente che ho usato e non mia e ogni giorno che la uso mi sbalordisce sempre di più.
Ovviamente lo scatto è su cavalletto, ma credo che con 27 sec. di esposizione si sarebbe capito :).
 

hauk

PRO
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
1.644
Sesso
Maschio
Non so
La composizione laterale non mi convince,

Perché non ti sei posizionato al centro?

Secondo me era più simmetrica.
Ovviamente prima di terminare la visita un paio di scatti in più le ho fatti e ho anche quella centrale.
Sinceramente nella fotografia di architettura le inquadrature diritte le trovo più noiose e meno interessanti, probabilmente è solo una mia stupida idea. La fotografia in questione lo postata semplicemente perchè l'ho trovata di una qualità eccezionale, ma ha quanto pare mi sono sbagliato perchè se non l'avete notato non esaltava così tanto.
Guardando la fotografia a schermo intero si riescono a contare i fiori vicino all'altare pur non avendo un'illuminazione eccezionale come l'esterno, secondo me è il massimo.

Avevo un cavalletto piccolo che uso solo per fotografare chiese e altri luoghi dove un grosso cavalletto non è sempre consentito ed in questo caso lo avevo posizionato nell'acquasantiera, invece per riprendere la navata dal portone centrale lo dovuto piazzare in terra.

Santa Rita interno 1 by Igor Alba, su Flickr


A questo punto finisco col presentare anche l'esterno, considerando il titolo "Santa Rita" non esco dalla discussione.

Santa Rita by Igor Alba, su Flickr
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.150
Corpo macchina
Nikon D 850
Sesso
Maschio
Con una punta di umorismo..... sembra che fai apposta nel trovare i punti di ripresa meno adatti...

Nella prima foto mi ritrovo due sedie brutte e una panca in primo piano unite ad un tavolo con drappo rosso
che insieme costituiscono i primi elementi che leggo in questa foto, posizionati nella zona antistante
la navata che è priva di qualsiasi interesse.
Così facendo oltretutto hai allontanato tutta la parte architettonica, le volte, la navata con la sua prospettiva
e l'altare che sono gli elementi di vero interesse che meglio andrebbero rappresentati.
Bastava avvicinarsi e posizionare il piccolo cavalletto su una delle due estremità centrali delle
balaustre in marmo bianco che si vedono e pur non essendo
perfettamente centrale avresti goduto di una migliore prospettiva e inquadratura.

Nella seconda foto, stesso discorso, la metà inferiore dell'intera immagine raffigura un pavimento vuoto,
sì ci sono delle righe prospettiche è vero, ma usate così non servono, hai allontanato e rimpicciolito ciò
che era bello e interessante per mettere in evidenza e mostrarci in primo piano un pavimento vuoto...

Personalmente ho sempre avuto una convinzione che è questa:
il senso dell'inquadratura è un po' come essere o non essere intonati.
La prima volta che canti scopri se sei intonato o no.
Così come quando scatti le prime foto, scopri se hai un certo istinto per l'inquadratura o no.
Ho visto e vedo tuttora nei forum di fotografia gente che pratica questa passione e che è negata
per il senso dell'inquadratura. Attrezzature costose, corsi, forum, tanti libri letti, anni di fotografie, ma niente,
dove li metti li metti questi scelgono sempre l'inquadratura sbagliata!

Ora, dopo questo pippozzo :D
non voglio dire che sei uno di questi negati, ci mancherebbe.... però a volte per fare gli originali
a tutti i costi e cercare di fare per forza "qualcosa di diverso" si rischia di scivolare in soluzioni
poco ragionate e razionali.
Le cose diverse e originali sono belle solo se risultano meglio dell'ordinario, il quale spesso,
se è fatto come si deve può produrre un risultato di tutto riguardo.

Un saluto con simpatia :ciao:
 

Benedetto

GURU
Registrato
10 Febbraio 2016
Messaggi
3.763
Località
Chioggia
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
Con una punta di umorismo..... sembra che fai apposta nel trovare i punti di ripresa meno adatti...

Nella prima foto mi ritrovo due sedie brutte e una panca in primo piano unite ad un tavolo con drappo rosso
che insieme costituiscono i primi elementi che leggo in questa foto, posizionati nella zona antistante
la navata che è priva di qualsiasi interesse.
Così facendo oltretutto hai allontanato tutta la parte architettonica, le volte, la navata con la sua prospettiva
e l'altare che sono gli elementi di vero interesse che meglio andrebbero rappresentati.
Bastava avvicinarsi e posizionare il piccolo cavalletto su una delle due estremità centrali delle
balaustre in marmo bianco che si vedono e pur non essendo
perfettamente centrale avresti goduto di una migliore prospettiva e inquadratura.

Nella seconda foto, stesso discorso, la metà inferiore dell'intera immagine raffigura un pavimento vuoto,
sì ci sono delle righe prospettiche è vero, ma usate così non servono, hai allontanato e rimpicciolito ciò
che era bello e interessante per mettere in evidenza e mostrarci in primo piano un pavimento vuoto...

Personalmente ho sempre avuto una convinzione che è questa:
il senso dell'inquadratura è un po' come essere o non essere intonati.
La prima volta che canti scopri se sei intonato o no.
Così come quando scatti le prime foto, scopri se hai un certo istinto per l'inquadratura o no.
Ho visto e vedo tuttora nei forum di fotografia gente che pratica questa passione e che è negata
per il senso dell'inquadratura. Attrezzature costose, corsi, forum, tanti libri letti, anni di fotografie, ma niente,
dove li metti li metti questi scelgono sempre l'inquadratura sbagliata!

Ora, dopo questo pippozzo :D
non voglio dire che sei uno di questi negati, ci mancherebbe.... però a volte per fare gli originali
a tutti i costi e cercare di fare per forza "qualcosa di diverso" si rischia di scivolare in soluzioni
poco ragionate e razionali.
Le cose diverse e originali sono belle solo se risultano meglio dell'ordinario, il quale spesso,
se è fatto come si deve può produrre un risultato di tutto riguardo.

Un saluto con simpatia :ciao:
volevo rispondere ma ha già detto tutto Attilio e non mi ha lasciato margine per replicare^_^, comunque sì e puntualizzo che non basta sapere tutto sulla regola dei terzi, spirale aurea ecc. cioè non solo tecnica della composizione ma occorre approfondire la teoria della stessa per avere un certo equilibrio e un senso armonico nell'insieme. La terza è quella che mi piace di più anche se occorre raddrizzare un po di linee e migliorare la post.;)
 

hauk

PRO
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
1.644
Sesso
Maschio
Con una punta di umorismo..... sembra che fai apposta nel trovare i punti di ripresa meno adatti...

Nella prima foto mi ritrovo due sedie brutte e una panca in primo piano unite ad un tavolo con drappo rosso
che insieme costituiscono i primi elementi che leggo in questa foto, posizionati nella zona antistante
la navata che è priva di qualsiasi interesse.
Così facendo oltretutto hai allontanato tutta la parte architettonica, le volte, la navata con la sua prospettiva
e l'altare che sono gli elementi di vero interesse che meglio andrebbero rappresentati.
Bastava avvicinarsi e posizionare il piccolo cavalletto su una delle due estremità centrali delle
balaustre in marmo bianco che si vedono e pur non essendo
perfettamente centrale avresti goduto di una migliore prospettiva e inquadratura.

Nella seconda foto, stesso discorso, la metà inferiore dell'intera immagine raffigura un pavimento vuoto,
sì ci sono delle righe prospettiche è vero, ma usate così non servono, hai allontanato e rimpicciolito ciò
che era bello e interessante per mettere in evidenza e mostrarci in primo piano un pavimento vuoto...

Personalmente ho sempre avuto una convinzione che è questa:
il senso dell'inquadratura è un po' come essere o non essere intonati.
La prima volta che canti scopri se sei intonato o no.
Così come quando scatti le prime foto, scopri se hai un certo istinto per l'inquadratura o no.
Ho visto e vedo tuttora nei forum di fotografia gente che pratica questa passione e che è negata
per il senso dell'inquadratura. Attrezzature costose, corsi, forum, tanti libri letti, anni di fotografie, ma niente,
dove li metti li metti questi scelgono sempre l'inquadratura sbagliata!

Ora, dopo questo pippozzo :D
non voglio dire che sei uno di questi negati, ci mancherebbe.... però a volte per fare gli originali
a tutti i costi e cercare di fare per forza "qualcosa di diverso" si rischia di scivolare in soluzioni
poco ragionate e razionali.
Le cose diverse e originali sono belle solo se risultano meglio dell'ordinario, il quale spesso,
se è fatto come si deve può produrre un risultato di tutto riguardo.

Un saluto con simpatia :ciao:
Per carità! Fidati che non mi offendo, ci mancherebbe per una banalissima fotografia.
E' vero io non sono un fotografo però è già qualche hanno che mi diletto nel digitale, anche se forse è solo in questi ultimi 3 o 4 anni che sto cercando di migliorarmi.

Allora l'impressione che faccio è quella del nerd sfigatino con attrezzatura costosa ma dai risultati sempre scadenti? :)
Peccato!

Probabilmente hai ragione.

Resta il fatto però, che pur non avendo "l'occhio del fotografo" la teoria che ho studiato con passione mi rimane comunque e penso che sarebbe un peccato tralasciare la passione, solo perchè le mie fotografie sono quelle di un mediocre, inoltre maggior ragione mi piace anche dilettarmi.

Magari potrei evitare di fare interventi di correzione sul forum, perchè prima di criticare bisogna essere capaci di fare, e questo lo sempre pensato!

Però a prendere mazzolate sui miei scatti ho sempre da imparare.:)

Inoltre dovrò solo evitare di fare il fotografo di professione.:p

Grazie per la comprensione. :ciao:
 

Benedetto

GURU
Registrato
10 Febbraio 2016
Messaggi
3.763
Località
Chioggia
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
Per carità! Fidati che non mi offendo, ci mancherebbe per una banalissima fotografia.
E' vero io non sono un fotografo però è già qualche hanno che mi diletto nel digitale, anche se forse è solo in questi ultimi 3 o 4 anni che sto cercando di migliorarmi.

Allora l'impressione che faccio è quella del nerd sfigatino con attrezzatura costosa ma dai risultati sempre scadenti? :)
Peccato!

Probabilmente hai ragione.

Resta il fatto però, che pur non avendo "l'occhio del fotografo" la teoria che ho studiato con passione mi rimane comunque e penso che sarebbe un peccato tralasciare la passione, solo perchè le mie fotografie sono quelle di un mediocre, inoltre maggior ragione mi piace anche dilettarmi.

Magari potrei evitare di fare interventi di correzione sul forum, perchè prima di criticare bisogna essere capaci di fare, e questo lo sempre pensato!

Però a prendere mazzolate sui miei scatti ho sempre da imparare.:)

Inoltre dovrò solo evitare di fare il fotografo di professione.:p

Grazie per la comprensione. :ciao:
non te la prendere hauk, sapessi quante mazzolate ho preso e prendo tutt'ora :D che non fa altro che migliorarmi (anche se alcune volte ti lascia un po con l'amaro in bocca eh si......) comunque grazie a forum come P2L che mi ha dato la possibilità di vedere i miei scatti con altri occhi (che comunque rimane gran parte pareri soggettivi) che però fanno riflettere e cercare di migliorarsi sempre. Avevo già segnalato questo articolo/tutorial sulla critica qualitativa dell'immagine tratto dal blog Cultor (ottimo da leggere e da attingere):ciao:
 

hauk

PRO
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
1.644
Sesso
Maschio
Non me la prendo Benedetto, ci mancherebbe.
Solo che l'impressione di un discorso scritto rispetto ha quello parlato ha sempre un effetto più incisivo.
Attilio ha semplicemente espresso un suo pensiero che tra l'altro ne sono consono.
O per un motivo o per un'altro, chissà! Non riesco mai ad individuare sul campo il punto di ripresa corretto.
Ê vero! Qualche scatto mi riesce anche, ma probabilmente per colpa del caso.
Probabilmente è un mio limite, di cui dovrò farmene una ragione, ma la fotografia in fase di scatto non riesco proprio a decifrarla e solo una volta arrivato a casa mi rendo conto se è accettabile oppure no.
Però è anche vero che alcuni fotografi usano la tecnica di fare molti scatti e poi, solo dopo aver fatto passare un giusto tempo da "slegarti sentimentalmente" da essa, la riguardano con occhi di uno sconosciuto per valutarla.

Se può rincuorare i presenti, sono anni che mi autogiudico un "negato" in campo fotografico. Però mi piace il mondo della fotografia digitale e anche se le mie immagini lasciano molti perchè, la pratico comunque per il piacere di farlo.
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.150
Corpo macchina
Nikon D 850
Sesso
Maschio
Anche se bonariamente ci stiamo scherzando sopra, forse non ci siamo capiti fino in fondo e questo mi dispiace.

Hai tirato delle conclusioni al mio commento, che vanno ben oltre quello che intendevo.

Non assocerei l'immagine del nerd a chi pratica la fotografia, per la fotografia è richiesta più manualità, passione, dinamicità,
tutte cose che con un nerd forse hanno poco a che fare. Inoltre non mi permetterei mai di scoraggiare chiunque dal praticare
la fotografia e tantomeno di esprimere il proprio parere riguardo a qualsiasi foto.

Continua a fotografare e a farci vedere i tuoi scatti commentando anche quelli degli altri, è importante, facendolo ti metti
in gioco e come hai sperimentato ti confronti e ti sottoponi al giudizio degli altri che non sempre è quello che ti aspetti, ma intanto lo fai e sei attivamente presente sul forum dove ormai siamo rimasti in pochi a scambiarci quattro foto e quattro parole.

Il sunto del mio commento a prescindere dalla battuta ironica sullo stonato e l'occhio del fotografo, era semplicemente
una riflessione sull'approccio che il fotografo dovrebbe avere nei confronti dei vari generi di fotografie che scatta e lo scopo
per le quali le stesse vengono prodotte.

Il nocciolo della questione sta lì, esattamente nel momento in cui guardo dentro il mirino, è lì che devo avere le idee
chiare su cosa devo fare e chiedermi per esempio se questa inquadratura è la più adatta a descrivere questo ambiente.
Questo vale per tutte le foto che in qualche modo sono descrittive, una valle, una scogliera, la vista di una città...
Un ramo nel punto sbagliato, uno scoglio in primo piano, elementi che penso possano arricchire o dare quel tocco
personale alla foto, spesso guardando le cose con un po' di senso critico e di distacco si rivelano scelte sbagliate
che penalizzano la descrizione di quel luogo, invece che arricchirla.

Il consiglio è quello di fotografare scegliendo composizioni diverse senza scartare anche
quelle che sembrano più banali, ma cercando di farle tutte al meglio, tutto qui :ciao:
 

Benedetto

GURU
Registrato
10 Febbraio 2016
Messaggi
3.763
Località
Chioggia
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
Personalmente (avendo avuto anche un passato legato alla pittura) cerco sempre di previsualizzare quello che ho davanti immaginandolo proiettato sullo schermo del pc, forse all'inizio si farà un po fatica ma con la pratica lo applicherai anche quando sei per strada, mentre quardi un cartellone pubblicitario, mentre guardi un film e blocchi con la mente quel particolare fotogramma che sarebbe indubbiamente una bella foto ecc. ecc. se posso dare un consiglio, procurati un telaietto di una diapositiva (logicamente privo della stessa) cioè un telaietto vuoto e quando vedi una scena che ti piace guardala attraverso il telaietto bhe.....quella è l'immagine che avresti se avessi premuto il pulsante di scatto (visto anche che il formato del telaietto è lo stesso di una FF e che il telaietto stesso risponde al rettangolo aureo, se poi vogliamo esasperare il discorso, avvicinandolo all'occhio è come stessi osservando con una lente grandangolare, mentre più lo allontani dall'occhio e più avrai una visione da teleobiettivo. :ciao:
PS del resto molti registi uniscono i pollici con gli indici a mo di cornice proprio per focalizzare meglio la scena.
 

Olden

PRO
Registrato
6 Aprile 2015
Messaggi
2.150
Corpo macchina
Nikon D 850
Sesso
Maschio
Personalmente (avendo avuto anche un passato legato alla pittura) cerco sempre di previsualizzare quello che ho davanti immaginandolo proiettato sullo schermo del pc, forse all'inizio si farà un po fatica ma con la pratica lo applicherai anche quando sei per strada, mentre quardi un cartellone pubblicitario, mentre guardi un film e blocchi con la mente quel particolare fotogramma che sarebbe indubbiamente una bella foto ecc. ecc. se posso dare un consiglio, procurati un telaietto di una diapositiva (logicamente privo della stessa) cioè un telaietto vuoto e quando vedi una scena che ti piace guardala attraverso il telaietto bhe.....quella è l'immagine che avresti se avessi premuto il pulsante di scatto (visto anche che il formato del telaietto è lo stesso di una FF e che il telaietto stesso risponde al rettangolo aureo, se poi vogliamo esasperare il discorso, avvicinandolo all'occhio è come stessi osservando con una lente grandangolare, mentre più lo allontani dall'occhio e più avrai una visione da teleobiettivo. :ciao:
PS del resto molti registi uniscono i pollici con gli indici a mo di cornice proprio per focalizzare meglio la scena.

Va bene tutto...
ma con le macchine digitali che usiamo non si fa prima a scattare,
guardare come è venuta e al limite riscattare correggendo... :D
 
Alto