Rullino digitale

Registrato
15 Settembre 2013
Messaggi
741
Località
bientina-pisa
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
konica hexar RF
Sesso
Maschio
Sono anni he fotografo in digitale ma soprattutto in analogico e sono anni che sento parlare del famoso "Rullino digitale",ma che cos'è!?
Niente,una leggenda metropolitana,non esiste e tutto quello che si legge in rete è solo frutto della fantasia ma andiamo per gradi perchè come in tutte le leggende metropolitane un fondo di verità c'è sempre.
Le prime reflex digitali sono frutto di un progetto vecchio e di un'idea nuova,in pratica i produttori hanno preso il meglio che avevano e c'hanno messo dentro un cuore digitale sacrificando però alcune caratteristiche.
Il primo sensore digitale è ad opera di Sony e la prima reflex digitale ibrida è Nikon,in pratica un Frankenstein costituito da una F3 con un motor drive e una specie di calcolatore portatile da collegare alla macchina per scaricare le foto,una schifezza in pratica ma è la mamma delle nostre plasticose reflex.
Tornando all'argomento principe,il rullino digitale di cui si sente tanto parlare è stato pensato ma mai prodotto perchè tecnicamente problematico e soprattutto antieconomico per le case che nell'ipotetico caso di un brevetto funzionale lo compreranno per rinchiuderlo in un cassetto nel Burundi.
Una cosa del genere,nell'avvento digitale avrebbe portato molti fotografi a non prendere in considerazione le nuove digitali dato che potevano continuare ad usare i loro corredi analogici sfruttando la nuova tecnologia e qui non si parla di riciclare solo le ottiche come facciamo oggi ma anche i corpi macchina e quindi questa cosa ha portato ad un graduale abbandono del progetto.
In realtà qualche cosa è successo perchè,tralasciando la nascita dei dorsi digitali per il medio formato dove la soluzione tecnica è molto più semplice e dove non c'è un vero mercato digitale,qualcuno ha continuato a sviluppare l'idea del rullino digitale creando però una macchina digitale di nicchia usando tutte le caratteristiche dell'analogico.
Epson in collaborazione con Cosina-Voigtlander ha sviluppato nel 2004 quello che leica ha sempre dichiarato impossibile da fare (ricordiamoci che il nostro amato rullino 135 l'ha inventato leica e in teoria si chiamerebbe formato leica),una telemetro digitale.
La Epson RD1 è una Voigtlander Bessar R2 con un cuore digitale Nikon e mantiene tutte le caratteristiche del corpo analogico originale (caricamento a mano tramite leva di avanzamento,otturatore a tendina,maf manuale traimte telemtro e tempi di scatto contenuti) con la differenza che ha un CCD al posto del rullino e una scheda SD per memorizzare le foto,oltre al fatto che si possono rivedere gli scatti,ma non istantaneamente come nelle nostre reflex...
Ovviamente i problemi tecnici ci sono stati,soprattutto visto il tiraggio ridottissimo degli obiettivi L39 e della distanza minima tra piano pellicola/sensore e obiettivo,motivo per cui il rapporto di moltiplicazione anche qui è di 1.5 come nelle reflex apsc...poi è arrivata la leica M8 e M9.

Concludendo,il rullino digitale è un sogno che rimarrà tale...


magazine1_digital35mm.jpg

Nikon-f3-digital.jpeg
 
Alto