Sta prendendo forma

amonxxx

PRO
Registrato
31 Ottobre 2010
Messaggi
1.819
Località
Bugnara (AQ)
Sito Web
www.facebook.com
Corpo macchina
Canon EOS 7D
Sesso
Maschio
Riportiamo su questa sezione!!!
Pubblicherò qui tutti gli aggiornamenti della mia camera oscura.

Eccola sta prendendo forma. Oggi ho verificato gli spazi: A sinistra la zona asciutta a destra la zona umida. Dovrò mettere una tanica di acqua che terrò a temperatura con un termostato da acquario.
Avete suggerimenti?
 

gioffry

Moderatore sezione Analogica
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
2.059
Località
Milano
Sito Web
flic.kr
Sesso
Maschio
Evviva!!!!!! Ti seguo amico!
Caspita però una CO senza acqua deve essere una bella sfida. Grande coraggio. Gli spazi mi sembra adeguati, bella spaziosa.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
 

amonxxx

PRO
Registrato
31 Ottobre 2010
Messaggi
1.819
Località
Bugnara (AQ)
Sito Web
www.facebook.com
Corpo macchina
Canon EOS 7D
Sesso
Maschio
Evviva!!!!!! Ti seguo amico!
Caspita però una CO senza acqua deve essere una bella sfida. Grande coraggio. Gli spazi mi sembra adeguati, bella spaziosa.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
In realtà ho scoperto che l'attacco dell'acqua c'è, pensavo di collegarlo a questa tanica da una cinquantina di litri che terrò a temperatura in modo da avere un miglior controllo sullo sviluppo. Anche se a quanto pare lo sviluppo per carta sia molto meno sensibile alla temperatura di quello per pellicola


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

gioffry

Moderatore sezione Analogica
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
2.059
Località
Milano
Sito Web
flic.kr
Sesso
Maschio
In realtà ho scoperto che l'attacco dell'acqua c'è, pensavo di collegarlo a questa tanica da una cinquantina di litri che terrò a temperatura in modo da avere un miglior controllo sullo sviluppo. Anche se a quanto pare lo sviluppo per carta sia molto meno sensibile alla temperatura di quello per pellicola


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Beh una buona idea.
Si, confermo, mentre per lo sviluppo il controllo della temperatura è fondamentale, per la stampa no (ovviamente parlo della stampa BN perchè il colore lo stampo a 35° fissi).
Soprattutto se la carta è fresca, io stampo sempre a temperatura ambiente; d'inverno il tempo di sviluppo della carta è maggiore, d'estate è minore...ma il risultato, ai miei occhi, è lo stesso.
 

amonxxx

PRO
Registrato
31 Ottobre 2010
Messaggi
1.819
Località
Bugnara (AQ)
Sito Web
www.facebook.com
Corpo macchina
Canon EOS 7D
Sesso
Maschio
Beh una buona idea.
Si, confermo, mentre per lo sviluppo il controllo della temperatura è fondamentale, per la stampa no (ovviamente parlo della stampa BN perchè il colore lo stampo a 35° fissi).
Soprattutto se la carta è fresca, io stampo sempre a temperatura ambiente; d'inverno il tempo di sviluppo della carta è maggiore, d'estate è minore...ma il risultato, ai miei occhi, è lo stesso.
Vale la regola del far sviluppare per 10 volte il tempo di comparsa come stima...quindi a temperature più basse vedrò comparire l'immagine dopo. Giusto?
 

gioffry

Moderatore sezione Analogica
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
2.059
Località
Milano
Sito Web
flic.kr
Sesso
Maschio
Vale la regola del far sviluppare per 10 volte il tempo di comparsa come stima...quindi a temperature più basse vedrò comparire l'immagine dopo. Giusto?
Questo dice Andrea C. e se lo dice lui è sacrosanto.
Però ti suggerisco di usare un cronometro e di conteggiare il tempo di comparizione al millesimo :D se vuoi rispettare la regola del x10, perchè altrimenti perdi tempo a sviluppare una stampa che è già sviluppata!

Se invece vuoi essere più rilassato, usa la regola del x5, x6, massimo x7.

Cmq io in questa stagione fredda sviluppo con questi tempi (rivelatore e carta ilford multigrade):
sviluppo provini: 50 sec
sviluppo politenata definitiva: 2 minuti
sviluppo baritata definitiva: 4 minuti
stop: 30 sec
fix provini: 30 sec
fix stampa definitiva: 90/120 sec
lavaggio: un altro capitolo

ovviamente uso le diluizioni da bugiardino.
 

amonxxx

PRO
Registrato
31 Ottobre 2010
Messaggi
1.819
Località
Bugnara (AQ)
Sito Web
www.facebook.com
Corpo macchina
Canon EOS 7D
Sesso
Maschio
Questo dice Andrea C. e se lo dice lui è sacrosanto.
Però ti suggerisco di usare un cronometro e di conteggiare il tempo di comparizione al millesimo :D se vuoi rispettare la regola del x10, perchè altrimenti perdi tempo a sviluppare una stampa che è già sviluppata!

Se invece vuoi essere più rilassato, usa la regola del x5, x6, massimo x7.

Cmq io in questa stagione fredda sviluppo con questi tempi (rivelatore e carta ilford multigrade):
sviluppo provini: 50 sec
sviluppo politenata definitiva: 2 minuti
sviluppo baritata definitiva: 4 minuti
stop: 30 sec
fix provini: 30 sec
fix stampa definitiva: 90/120 sec
lavaggio: un altro capitolo

ovviamente uso le diluizioni da bugiardino.
Ottimo. Prendo nota ;)


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

gioffry

Moderatore sezione Analogica
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
2.059
Località
Milano
Sito Web
flic.kr
Sesso
Maschio
aggiungo una cosa gianni: non fare come me! all'inizio tiravo via la carta dallo sviluppo quando mi sembrava pronta! sbagliato! con luce rossa non si ha percezione del risultato! per cui sviluppa fino in fondo, senza preoccuparti di cosa ti sembra o cosa non ti sembra sotto la luce rossa.
 

Andrea85

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
31 Luglio 2014
Messaggi
8.884
Località
Grosseto
Corpo macchina
Sony alpha A7 Miii
Sesso
Maschio
Tutti consigli preziosissimi....tengo nota in attesa di avere anche io tempo, spazio e attrezzatura...un grande in bocca al lupo a te Gianni!!
 

mangi

GURU
Registrato
1 Aprile 2015
Messaggi
3.113
Località
Sevegliano
Corpo macchina
canon eos 3
Sesso
Maschio
Bravo Gianni! vedo gli spazi sufficienti per lavorare, vedrai poi col tempo te la sistemi in base al tuo modo di lavorare.
Per quanto riguarda i tempi, io lascio la carta tre minuti nello sviluppo, 1 nell'arresto e altri tre nel fissaggio. Accessione della luce dopo 1 minuto nel fissaggio.
Come dice Gioffry, sviluppando fino in fondo, non ti deve preoccupare di fare calcoli per il tempo nello sviluppo, l'unica cosa negativa è il perdere tempo, ma si parla di alcuni secondi.....
Infine lavaggio di almeno 10 minuti in acqua corrente, per la politenata, mentre per la baritata, si va dall'oretta in su. Ho un amico che la lascia lavare anche per 4 ore.
Non mi resta che augurarti buon divertimento
 

gioffry

Moderatore sezione Analogica
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
2.059
Località
Milano
Sito Web
flic.kr
Sesso
Maschio
Bravo Gianni! vedo gli spazi sufficienti per lavorare, vedrai poi col tempo te la sistemi in base al tuo modo di lavorare.
Per quanto riguarda i tempi, io lascio la carta tre minuti nello sviluppo, 1 nell'arresto e altri tre nel fissaggio. Accessione della luce dopo 1 minuto nel fissaggio.
Come dice Gioffry, sviluppando fino in fondo, non ti deve preoccupare di fare calcoli per il tempo nello sviluppo, l'unica cosa negativa è il perdere tempo, ma si parla di alcuni secondi.....
Infine lavaggio di almeno 10 minuti in acqua corrente, per la politenata, mentre per la baritata, si va dall'oretta in su. Ho un amico che la lascia lavare anche per 4 ore.
Non mi resta che augurarti buon divertimento
f**a max questo tuo amico lavora all'acquedotto? :D
 
Ultima modifica di un moderatore:

mangi

GURU
Registrato
1 Aprile 2015
Messaggi
3.113
Località
Sevegliano
Corpo macchina
canon eos 3
Sesso
Maschio
Ultima modifica di un moderatore:

bobol

GURU
Registrato
14 Luglio 2014
Messaggi
6.617
Località
Monterotondo (Roma)
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
.......visti i tempi di risciacquo sotto acqua corrente ne consumate di acqua eh?
non parliamo delle 4 ore che penso sia un caso clinico, ma anche 10 min non son mica pochi.....:eek:
 
Ultima modifica:

amonxxx

PRO
Registrato
31 Ottobre 2010
Messaggi
1.819
Località
Bugnara (AQ)
Sito Web
www.facebook.com
Corpo macchina
Canon EOS 7D
Sesso
Maschio
Immagino che dopo aver lavato la carta una decina di minuti sotto acqua corrente la maggior parte dei chimici si sia lavata. Quindi forse basterebbe metterla in una bacinella con un sistema di ricircolo dell'acqua. Oppure applicare una sorta di metodo ilford anche per la carta come per le pellicole


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

gioffry

Moderatore sezione Analogica
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
2.059
Località
Milano
Sito Web
flic.kr
Sesso
Maschio
Immagino che dopo aver lavato la carta una decina di minuti sotto acqua corrente la maggior parte dei chimici si sia lavata. Quindi forse basterebbe metterla in una bacinella con un sistema di ricircolo dell'acqua. Oppure applicare una sorta di metodo ilford anche per la carta come per le pellicole
plastica e carta son due cose diverse.

la politenata c'è chi la sciacqua per più tempo ma io mi fermo ai 5 minuti; a mio avviso sono più che sufficienti.
la baritata succhia il fissaggio come una cortigiana succhia qualcosaltro :yahoo:per cui 10 minuti non sono assolutamente sufficienti; a mio avviso il minimo sindacale è 30 minuti.

.......visti i tempi di risciacquo sotto acqua corrente ne consumate di acqua eh?
non parliamo delle 4 ore che penso sia un caso clinico, ma anche 10 min non son mica pochi.....:eek:
ad entrambi rispondo che il rubinetto aperto a manetta non serve a niente; a mio avviso è sufficiente un rigolo continuo.
 
Ultima modifica:

mangi

GURU
Registrato
1 Aprile 2015
Messaggi
3.113
Località
Sevegliano
Corpo macchina
canon eos 3
Sesso
Maschio
Si, sono d'accordo con Gioffry, è sufficiente un rigolo d'acqua.
Io ad esempio ho una vasca con una serpentina che soffia aria (attraverso una pompetta da acquario) e basta questo a far muovere l'acqua per lavare le foto.
La questione del lavaggio, invece riguarda la durata, più la foto è pulita e più ti durerà nel tempo.
 
Alto