Usare il flash della 40D come fill-light.

photojack

Maestro
Registrato
7 Aprile 2015
Messaggi
290
Sesso
Maschio
Ho letto qualche articolo in internet su come e in quali occasioni usare il flash.
Vorrei iniziare a capirci qualcosa e come primo passo userò il flash incorporato della mia Canon 40D.

Fra qualche settimana forse avrò anche l'occasione di fare delle foto ad un matrimonio di una mia parente (e visto che ci sarà ancora la luce all'uscita dalla chiesa vorrei approfittarne per fare qualche foto con il sole al tramonto quasi alle spalle della sposa e usare il mio flash come luce di riempimento (non posso mica portarmi un pannello riflettente:)).
Ho comprato (ancora deve arrivarmi in verità) su internet anche un piccolo e molto economico pannellino diffusore da montare sul flash caso mai ce ne fosse bisogno.
Il problema è capire come praticamente usare il flash dato che per i miei scatti userò la fotocamera tutta in manuale.
Nel menu c'è la voce "Controllo Flash->Imp.funz. Flash incorporato".
La voce Modo flash è impostata su E-TTL II in grigietto quindi non ci sono ulteriori opzione e non si può cambiare. L'otturatore su prima tendina (e penso che debba rimanere così).
La compesazione è a zero. La voce E-TTL II è impostata su valutativa e può essere cambiata su "media" (non so cosa significhi in realtà).

Ho letto il manuale di istruzioni ma mi ha confuso ancora di più le idee. Non ho capito cosa fa il sistema di misurazione e alcuni segni che compaiono sul display interno del mirino. Nel modo automatico pare che il sistema di misurazione valuti se c'è luce sufficente ed avvii il flash nel caso ce ne fosse bisogno.
In manuale come faccio a sapere se la luce è sufficiente o sarà adatta come fill-light. So che posso diminuire l'intensità nel menu della compensazione. Devo prima misurare ed esporre correttamente la scena come faccio normalmente in manuale e poi provare le varie intensità del flash? In particolare non ho capito bene se nella valutazione della corretta esposizione viene considerata anche la potenza del flash.
Grazie.
 
Ultima modifica:

photojack

Maestro
Registrato
7 Aprile 2015
Messaggi
290
Sesso
Maschio
Se usi la macchina in manuale ed apri il flash,lui scatterà sempre e facendo prima un lampo "prova",regolera' automaticamente l'intensità...se poi una volta scattato ti accorgi che l'esposimetro è stato ingannato,compensi
Si questo è proprio quello che in pratica bisogna fare quando si usa il flash. Potrebbe bastarmi anche questa risposta, in verità. Vorrei però approfondire giusto un po' la faccenda per curiosità. Le regolazione automatiche quindi, anche in questo caso, la camera le fa utilizzando il sistema E-TTL II e spetta poi al fotografo fare le dovute compensazioni se non è soddisfatto del risultato. Se ad esempio vuole utilizzarlo solo come luce di riempimento e il risultato è una luce troppo intensa sul soggetto, compenserà in negativo di una o due tacche, diciamo così. Ho letto che se si usa la fotocamera in priorità di diaframma (AV sulle canon) il flash verrà impostato dal sistema per essere utilizzato sempre come luce di riempimento. Questa è un'informazione che potrebbe ritornarmi utile a breve.

Il punto (che forse potrà sembrare banale e scontato ai più) è capire se (e come nel caso) le regolazioni per
l' esposizione - corretta o meno - fatte in manuale dal fotografo influenzino l'E-TTL II che di conseguenza regolerà la potenza, O se sono due sistemi di misurazione completamente indipendenti e in questo caso, ad esempio, se imposto lo scatto per un'esposizione corretta (tacca dell'esposimetro al centro) o leggermente sottoesposta (tacca in negativo) per mie esigenze espressive, il flash scatterà comunque alla stessa potenza perché E-TTL II avrà fatto le sue "considerazioni," regolazioni e prove indipendentemente.

Grazie.
 

maxuser

GURU
Registrato
29 Dicembre 2011
Messaggi
3.019
Località
Rimini
Corpo macchina
Sobny RX 100 iii
Sesso
Maschio
In manuale come faccio a sapere se la luce è sufficiente o sarà adatta come fill-light. So che posso diminuire l'intensità nel menu della compensazione. Devo prima misurare ed esporre correttamente la scena come faccio normalmente in manuale e poi provare le varie intensità del flash? In particolare non ho capito bene se nella valutazione della corretta esposizione viene considerata anche la potenza del flash.
Grazie.
In manuale (reminiscenze di quando avevo la Canon) il sistema "cerca" di compensare con la potenza del flash la carenza di luce (sottoesposizione) che TU devi cercare impostando valori del triangolo della esposizione che ti portino appunto ad una sottoesposizione (se non usassi il flash).
E' logico se ci pensi ... in una scena correttamente esposta (esposimetro al centro) l'uso del flash sovraesporrebbe ... sarebbe inutile e anzi controproducente.
Il flash "di riempimento" si utilizza così, sottoesponendo leggermente in manuale (soggetto e sfondo) ... per leggermente intendo di uno, due stop .... in base a quanto aiuto da parte del flash vuoi.
La macchina cercherà di riportare la scena ad un valore finale di esposizione corretto tramite il flash integrato.
Ovviamente poi l'effetto sarà solo sul soggetto o su soggetto/sfondo in funzione della distanza dei due (sfondo vicino subisce gli effetti della "sparata" del flash, sfondo lontano no).

Per essere chiari .... parlo della modalità macchina in manuale e flash in ETTL
Tutt'altra cosa la modalità macchina in manuale e flash in manuale .... dove fai tutti i pasticci (o azioni creative) che vuoi e la macchina (e flash) fanno quello che tu solo decidi.

Il sistema ETTL trasforma la modalità manuale in una modalità assistita ... compensando appunto l'expo finale con l'aiuto del flash (a meno che non sottoesponi di 5 stop ;))
 
Ultima modifica:

photojack

Maestro
Registrato
7 Aprile 2015
Messaggi
290
Sesso
Maschio
In manuale (reminiscenze di quando avevo la Canon) il sistema "cerca" di compensare con la potenza del flash la carenza di luce (sottoesposizione) che TU devi cercare impostando valori del triangolo della esposizione che ti portino appunto ad una sottoesposizione (se non usassi il flash).
E' logico se ci pensi ... in una scena correttamente esposta (esposimetro al centro) l'uso del flash sovraesporrebbe ... sarebbe inutile e anzi controproducente.
Il flash "di riempimento" si utilizza così, sottoesponendo leggermente in manuale (soggetto e sfondo) ... per leggermente intendo di uno, due stop .... in base a quanto aiuto da parte del flash vuoi.
La macchina cercherà di riportare la scena ad un valore finale di esposizione corretto tramite il flash integrato.
Ovviamente poi l'effetto sarà solo sul soggetto o su soggetto/sfondo in funzione della distanza dei due (sfondo vicino subisce gli effetti della "sparata" del flash, sfondo lontano no).

Per essere chiari .... parlo della modalità macchina in manuale e flash in ETTL
Tutt'altra cosa la modalità macchina in manuale e flash in manuale .... dove fai tutti i pasticci (o azioni creative) che vuoi e la macchina (e flash) fanno quello che tu solo decidi.

Il sistema ETTL trasforma la modalità manuale in una modalità assistita ... compensando appunto l'expo finale con l'aiuto del flash (a meno che non sottoesponi di 5 stop ;))

OK riflettendo sulle 2 risposte ottenute incomincia tutto ad essere più chiaro e ad avere un senso. Grazie.
Quindi in qualche modo il sistema E-TTL si "rende conto" delle mie impostazioni però non misurandole a livello software (è questo che volevo sapere, cioè se c'era una specie di comunicazione a priori tra i due sistemi: la misurazione della corretta esposizione della camera e l'E-TTL II) ma attraverso i lampi di prova di cui parlava l'utente bebboy sopra. Ho capito bene?
Grazie ancora.
 

maxuser

GURU
Registrato
29 Dicembre 2011
Messaggi
3.019
Località
Rimini
Corpo macchina
Sobny RX 100 iii
Sesso
Maschio
Secondo me in qualche modo interpreta anche le tue impostazioni, nel senso che mi aspetto che se l'esposimetro della camera "vede" che stai sottoesponendo di uno stop piuttosto che di tre (parlo della modalità expo manuale) lui proverà un prelampo più leggero.
Il primo lampo è una prova di esposizione finale "grezza" che poi viene rifinita nella expo finale.
Quindi si ... secondo me in qualche modo il primo prelampo è potente tanto quanto la camera "crede" debba essere ... su una lettura appunto della esposizione senza flash ma anche dipendente da altri fattori (considera poi che nel E-TTL nelle ottiche compatibili avviene la lettura distanza soggetto tramite posizione focus dell'ottica).

La sequenza di "azioni" della macchina dovrebbe essere: (camera in manuale e flash in ETTL)
1) Lettura expo base nel momento della messa a fuoco (lineetta expo si muove a sinistra / destra sulla base delle impostazioni expo fatte in manuale) ... lettura info distanza dal soggetto (tramite AF ottica)
2) Prelampo calibrato sulla base delle prime info ottenute
3) Rilettura esposizione sulla scena illuminata dal prelampo
4) Lampo finale con apertura otturatore sulla base delle correzioni necessarie
 

photojack

Maestro
Registrato
7 Aprile 2015
Messaggi
290
Sesso
Maschio
Secondo me in qualche modo interpreta anche le tue impostazioni, nel senso che mi aspetto che se l'esposimetro della camera "vede" che stai sottoesponendo di uno stop piuttosto che di tre (parlo della modalità expo manuale) lui proverà un prelampo più leggero.
Il primo lampo è una prova di esposizione finale "grezza" che poi viene rifinita nella expo finale.
Quindi si ... secondo me in qualche modo il primo prelampo è potente tanto quanto la camera "crede" debba essere ... su una lettura appunto della esposizione senza flash ma anche dipendente da altri fattori (considera poi che nel E-TTL nelle ottiche compatibili avviene la lettura distanza soggetto tramite posizione focus dell'ottica).

La sequenza di "azioni" della macchina dovrebbe essere: (camera in manuale e flash in ETTL)
1) Lettura expo base nel momento della messa a fuoco (lineetta expo si muove a sinistra / destra sulla base delle impostazioni expo fatte in manuale) ... lettura info distanza dal soggetto (tramite AF ottica)
2) Prelampo calibrato sulla base delle prime info ottenute
3) Rilettura esposizione sulla scena illuminata dal prelampo
4) Lampo finale con apertura otturatore sulla base delle correzioni necessarie
Hmm capisco, quindi la faccenda è tutt'altro che banale e scontata come in un primo momento temevo. Ci può essere quindi una "pre-lettura" delle impostazioni tra l'E-TTL II (ma tramite ottica o "software"??) e quelle da me settate in manuale per l'esposizione.

Adesso capisco pure meglio perché appena si sente la necessità di usare il flash e ci si vuole addentrare in questo aspetto tecnico della fotografia si consideri quasi subito di acquistare un buon flash esterno da usare anche questo in manuale come suggeriscono tutti i fotografi professionisti, avendo così totale controllo sulla potenza del lampo, ovviamente facendo delle prove prima per trovare il giusto setup di potenza.
Grazie.
 
Ultima modifica:

maxuser

GURU
Registrato
29 Dicembre 2011
Messaggi
3.019
Località
Rimini
Corpo macchina
Sobny RX 100 iii
Sesso
Maschio
Hmm capisco, quindi la faccenda è tutt'altro che banale e scontata come in un primo momento temevo. Ci può essere quindi una "pre-lettura" delle impostazioni tra l'E-TTL II (ma tramite ottica o "software"??) e quelle da me settate in manuale per l'esposizione.
L'ottica e l'esposimetro interno della macchina
TTL è l'acronimo di "Through The Lens" .... quindi letteralmente "attraverso l'ottica"
Prima dell'avvento del TTL i flash avevano una sorta di "esposimetri" interni ... quindi era il flash a fare da solo ... ora fa tutto la macchina, e la cosa è molto migliore perchè leggendo l'esposizione attraverso la lente è la scena che andrà inquadrata ad essere davvero significativa ai fini della expo finale (.... pensa solo alla questione zoom)
 

photojack

Maestro
Registrato
7 Aprile 2015
Messaggi
290
Sesso
Maschio
L'ottica e l'esposimetro interno della macchina
TTL è l'acronimo di "Through The Lens" .... quindi letteralmente "attraverso l'ottica"
Prima dell'avvento del TTL i flash avevano una sorta di "esposimetri" interni ... quindi era il flash a fare da solo ... ora fa tutto la macchina, e la cosa è molto migliore perchè leggendo l'esposizione attraverso la lente è la scena che andrà inquadrata ad essere davvero significativa ai fini della expo finale (.... pensa solo alla questione zoom)
"L'ottica e l'esposimetro interno della macchina"
Questa risposta però mi fa sorgere ancora dei dubbi :)
MA c'è una differenza tra l' TTL della camera e l'E-TTL II del flash?? Cioè l'E-TTL II fa la sua valutazione a parte basandosi però sui dai provenienti dall'esposimetro della camera che legge i dati attraverso l'ottica O
L'E-TTL II come software a se (ammesso che sia così) valuta sia i dati fisici provenienti dall'ottica e anche quelli dell'esposimetro della telecamera e fa poi diciamo una specie di media??
Grazie ancora..anche per la pazienza :)))):yes:
 
Ultima modifica:
Alto