consigli su obiettivi Macro, quale scegliere?

MatB

PRO
Registrato
26 Agosto 2011
Messaggi
2.073
Sito Web
www.flickr.com
Sesso
Maschio
guarda che api e altri insetti sono abbastanza tranquilli..io faccio macro con la compatta anche standogli a 5 cm di distanza.
Cmq con il 100 staresti a 30cm che non è male..
Deiv pensare che stai fotografando il molto piccolo, non puoi pensare di fare la foto ad un ape stando alla distanza da cui fotograferesti una persona...
 
A

azi30

Ospite
E comunque col 100mm è vero che stai a 30 cm ma dal sensore.... se consideri anche la lunghezza dell'obbiettivo sei a ben 15 cm dal soggetto...
 
I

ivanv

Ospite
ma io vorrei capire quale obiettivo mi fa stare più lontano dal soggetto... anche fosse a 30 cm, nn credo che una lucertola o un'ape rimanga lì in posa...
 
A

azi30

Ospite
Che io sappia quello che ti fa stare più lontano e che trovi sul mercato è il 180 mm che ti permetterà di stare giusto sui 30 cm dal soggetto. Di più non ne esistono...
 

Zero

GURU
Registrato
13 Giugno 2011
Messaggi
15.612
ma con un macro se mi avvicino troppo agli insetti scappano via... e fare foto a 15 cm o anche meno di distanza è molto difficile da fare
E infatti i fotografi macro (Boyetto docet) che vogliono fotografare insetti, si svegliano all'alba per andarli a cercare quando ancora dormono, e li fotografano da pochi centimetri, mica da 3 metri!:D Se vuoi stare un po' più distante ti devi comprare un 180mm che costa un botto e comunque, come ti hanno già detto, in ogni caso non ti permette di allontanarti dal soggetto più di 50cm o giù di lì. Mi dispiace, ma la fotografia macro è questa, prendere o lasciare.;)
 
I

ivanv

Ospite
sto iniziando a capire che quello che pensavo io sulla macrofotografia era tutto sbagliato :timido:
 

isio

PRO
Registrato
15 Maggio 2011
Messaggi
1.048
Località
Rovigo-Padova
Corpo macchina
Canon EOS 7d
Sesso
Maschio
Canon 100mm f/2.8 Macro e passa la paura. A parte il suo corrispondente serie L (che però costa molto di più), è assolutamente il meglio sulla piazza.
 
A

azi30

Ospite
Penso che la versione stabilizzata del Tamron 90mm e del sigma 105mm non esistano
 

Wolf

PRO
Registrato
10 Agosto 2011
Messaggi
1.312
Sesso
Maschio
:eek: ... scusa Ivanv se sono un pò "crudele" ..... leggendo la tua domanda iniziale (come hanno gia detto) si capisce che non avevi la più pallida idea di cosa fosse la macro-fotografia, ma questa non è una colpa, e giustamente hai chiesto, bene dici di amare i fiori e gli insetti come genere fotografico, bene, innanzi tutto per poterli fotografare bene bisogna conoscerli, sapere tutto di loro, solo cosi non si perde tempo a correre dietro ad una farfalla per tutto il giorno e non riuscire a fotografarla, quindi presumendo che tu abbia gia tutte le nozioni "faunistiche" passiamo a quelle fotografiche (chiedo scusa se magari ripeto qualche concetto gia espresso da altri) la macro è un "settore" fotografico molto specialistico, certo si può fare anche con attrezzature più di fortuna, tipo anelli di prolunga, lenti addizionali, per arrivare ai soffietti ecc ecc, ma principalmente si devono usare attrezzature specifiche (tipo le lenti che ti hanno gia suggerito) ma non finisce qui ... se si sceglie questa "specialità" si deve mettere in conto di usare cavalletti, flash, slitte e chi più ne ha più ne metta, inoltre si deve anche preventivare un certo periodo di "apprendimento" per l'uso dell'attrezzatura, basta pensare che con un'ottica macro con rapporto di ingrandimento 1x la profondità di campo a f16 è di circa +/- 0,6 mm (quindi immagina che la zona di messa a fuoco sarà di 0,3 mm davanti e 0,3 mm dietro il punto esatto da te scelto per la messa a fuoco), la messa a fuoco non si fa con la ghiera apposita ma si fa andando avanti e indietro con tutta la reflex, e questo è solo l'inizio.... scusa ma mi viene da sorridere dopo aver letto che vorresti fotografare gli occhi una mosca da 2 metri ..... penso che se tu ci riuscissi avresti tutti i fotografi naturalisti del mondo inginocchiati ai tuoi piedi ad osannarti.
le ottiche che tu hai citato, non sono macro ( a dispetto della dicitura) anche perchè di zoom con le lenti interne flottanti sono pochi e cari (sempre però NON macro, le lenti flottanti servono anche per la correzione delle aberrazioni ottiche tipo il Canon EF 100-400 mm f/4.5-5.6 L IS USM) mentre nelle ottiche macro (esempio il 50 canon ) si usano elementi ottici flottanti. Quando mettete a fuoco, gli elementi ottici dell’obiettivo si muovono in relazione gli uni agli altri per compensare le aberrazioni alle differenti distanze di messa a fuoco, oltretutto il normale ha 6 lenti e il macro 9, per questo che il 50 macro costa il triplo ... le focali corte poi sono da consigliare per soggetti inanimati (tipo i fiori o altro) mentre per soggetti in movimento, insetti ecc ecc più si aumenta la focale meglio è (l'ideale è il 180 macro), anche perchè quello che conta non è la distanza minima di messa a fuoco (che in questo caso si calcola dal soggetto al piano focale del sensore), ma la distanza dalla lente frontale (per questo vengono usati spesso tubi di prolunga).
spero di non aver annoiato nessuno :)
giusto per la cronaca ... guarda come e cosa si deve sobbarcare un fotografo ... macro .... come vedi per le macro ad alto livello l'ottica è solo il primo passo
bisogna solo capire se si è disposti a farlo ;)







 
I

ivanv

Ospite
beh, il fotografare gli occhi di una mosca da 2 metri era una cosa x far capire cosa avrei voluto fare, so che è impossibile... cmq grazie per la risposta, mi hai chiarito molte cose :)
 

boyetto

PRO
Registrato
19 Giugno 2011
Messaggi
2.692
Località
Arezzo
Sito Web
www.simonechierici.com
Sesso
Maschio
:eek: ... scusa Ivanv se sono un pò "crudele" ..... leggendo la tua domanda iniziale (come hanno gia detto) si capisce che non avevi la più pallida idea di cosa fosse la macro-fotografia, ma questa non è una colpa, e giustamente hai chiesto, bene dici di amare i fiori e gli insetti come genere fotografico, bene, innanzi tutto per poterli fotografare bene bisogna conoscerli, sapere tutto di loro, solo cosi non si perde tempo a correre dietro ad una farfalla per tutto il giorno e non riuscire a fotografarla, quindi presumendo che tu abbia gia tutte le nozioni "faunistiche" passiamo a quelle fotografiche (chiedo scusa se magari ripeto qualche concetto gia espresso da altri) la macro è un "settore" fotografico molto specialistico, certo si può fare anche con attrezzature più di fortuna, tipo anelli di prolunga, lenti addizionali, per arrivare ai soffietti ecc ecc, ma principalmente si devono usare attrezzature specifiche (tipo le lenti che ti hanno gia suggerito) ma non finisce qui ... se si sceglie questa "specialità" si deve mettere in conto di usare cavalletti, flash, slitte e chi più ne ha più ne metta, inoltre si deve anche preventivare un certo periodo di "apprendimento" per l'uso dell'attrezzatura, basta pensare che con un'ottica macro con rapporto di ingrandimento 1x la profondità di campo a f16 è di circa +/- 0,6 mm (quindi immagina che la zona di messa a fuoco sarà di 0,3 mm davanti e 0,3 mm dietro il punto esatto da te scelto per la messa a fuoco), la messa a fuoco non si fa con la ghiera apposita ma si fa andando avanti e indietro con tutta la reflex, e questo è solo l'inizio.... scusa ma mi viene da sorridere dopo aver letto che vorresti fotografare gli occhi una mosca da 2 metri ..... penso che se tu ci riuscissi avresti tutti i fotografi naturalisti del mondo inginocchiati ai tuoi piedi ad osannarti.
le ottiche che tu hai citato, non sono macro ( a dispetto della dicitura) anche perchè di zoom con le lenti interne flottanti sono pochi e cari (sempre però NON macro, le lenti flottanti servono anche per la correzione delle aberrazioni ottiche tipo il Canon EF 100-400 mm f/4.5-5.6 L IS USM) mentre nelle ottiche macro (esempio il 50 canon ) si usano elementi ottici flottanti. Quando mettete a fuoco, gli elementi ottici dell’obiettivo si muovono in relazione gli uni agli altri per compensare le aberrazioni alle differenti distanze di messa a fuoco, oltretutto il normale ha 6 lenti e il macro 9, per questo che il 50 macro costa il triplo ... le focali corte poi sono da consigliare per soggetti inanimati (tipo i fiori o altro) mentre per soggetti in movimento, insetti ecc ecc più si aumenta la focale meglio è (l'ideale è il 180 macro), anche perchè quello che conta non è la distanza minima di messa a fuoco (che in questo caso si calcola dal soggetto al piano focale del sensore), ma la distanza dalla lente frontale (per questo vengono usati spesso tubi di prolunga).
spero di non aver annoiato nessuno :)
giusto per la cronaca ... guarda come e cosa si deve sobbarcare un fotografo ... macro .... come vedi per le macro ad alto livello l'ottica è solo il primo passo
bisogna solo capire se si è disposti a farlo ;)
Ti straquoto... però dai del mirino ad angolo oggi se ne può fare a meno :), grazie Liveview!!!

Io non prediligo l'uso del flash in macro ma preferisco la bellisima luce ambiente del mattino presto (grazie Zero per la citazione)...

P.s. I flash R1C1 Nikon ahimè mancano in casa Canon!
 

Sapy

Maestro
Registrato
13 Aprile 2011
Messaggi
208
Sesso
Maschio
scusate se continuo la discussione... con un obiettivo macro, tipo EF-S 60mm Canon, potrei fotografare anche larghi paesaggi e fare bei ritratti?
 
A

azi30

Ospite
Per larghi paesaggi cosa intendi? Non è un grandangolo sono sempre 60 mm. Se hai il 18-55 da kit montalo e tienilo a 55 e vedrai cosa riesci ad inquadrare...
Per quanto riguarda i ritratti non so come si comporti il 60 macro....
 

Wolf

PRO
Registrato
10 Agosto 2011
Messaggi
1.312
Sesso
Maschio
Tutto si può fare ... ma ...... a determinati compromessi, per definizione un ottica macro è "tagliente come un rasoio", invece i ritratti di solito si fanno con lenti un pò più "morbide", diversamente la definizione della pelle sarebbe troppo incisiva così da dover lavorare molto in post per tappare tutti i pori ;)
 

Sapy

Maestro
Registrato
13 Aprile 2011
Messaggi
208
Sesso
Maschio
Tutto si può fare ... ma ...... a determinati compromessi, per definizione un ottica macro è "tagliente come un rasoio", invece i ritratti di solito si fanno con lenti un pò più "morbide", diversamente la definizione della pelle sarebbe troppo incisiva così da dover lavorare molto in post per tappare tutti i pori ;)
quindi in conclusione possiamo dire che con i macro possiamo permetterci di scattare soggetti di piccole dimensioni?
 
Alto