Ep.5 - Il modulo Sviluppo

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.793
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio

In questo episodio del corso di Lightroom CC parliamo del modulo Sviluppo, la parte del programma specializzata nella post-produzione delle nostre fotografie. Iniziamo qui con una panoramica degli strumenti che si utilizzano per lo sviluppo dei file RAW su Lightroom.


Se volete dare il vostro supporto al Corso di Lightroom CC organizzato da Playerdue Lighting e avete intenzione di abbonarvi al pacchetto per fotografi di Adobe Creative Clouds, potete cliccare sul banner qui sopra. Accedendo al sito Adobe da questo link, il progetto P2L riceverà una piccola percentuale da ogni acquisto, senza nessuna variazione al costo dell'abbonamento.

Per accedere al modulo Sviluppo possiamo cliccare il pulsante Sviluppo nella barra in alto del programma o utilizzare le scorciatoie da tastiera (CTRL + ALT + 2 su Windows, COMANDO + OPZIONE + 2 su Mac). Quando passiamo in questa parte di Lightroom le due barra laterali cambiano rispetto alla Libreria.



Barra laterale sinistra
La barra sinistra raccoglie i menu e le funzioni del modulo Sviluppo legate all'automatizzazione delle modifiche che applichiamo alle nostre fotografie.

Predefiniti
I predefiniti sono simili ai filtri che si utilizzano nelle app di fotografia per i telefonini. Lightroom ne ha di preinstallati un buon numero, che spaziano da modifiche sul colore a modifiche più specifiche come l'aggiunta di grana, di vignettatura o la conversione in bianco e nero.



Ma possiamo aggiungere nuovi predefiniti scaricandoli da internet sia gratuiti sia in pacchetti a pagamento.



Creare dei nostri predefiniti è molto facile, basta modificare una fotografia come faremmo normalmente e cliccare sul tasto + che apre un pannello nel quale possiamo dare un nome al nostro profilo predefinito e selezionare quale dei valori che abbiamo modificato nella fotografia corrente salvare come automatizzazione.



L'utilizzo di predefiniti personalizzati è molto comodo quando abbiamo operazioni che siamo abituati a ripetere su alcune tipologie di fotografie. Invece di doverle applicare a mano ogni volta, con i predefiniti possiamo propagare le stesse modifiche molto velocemente su tutte le fotografie che ci interessano.

Istantanee
Con le istantanee possiamo salvare diverse versioni di una fotografia in base alle modifiche che abbiamo apportato, potendo in qualsiasi momento passare da una versione all'altra.



E' uno strumento che non utilizzo molto, preferendo le Copie Virtuali di cui parleremo nel dettaglio più avanti.

Storia

Dalla storia possiamo accedere alla cronologia delle modifiche che abbiamo apportato a una fotografia e tornare indietro negli stadi precedenti, fino al momento dell'importazione.



Raccolte
Questo pannello ci permette di attivare una serie di filtri che influenzano la visualizzazione delle fotografie nell'area Provino (la barra con le miniature delle fotografie nella parte inferiore del programma).



Barra laterale destra
La barra destra raccoglie tutti gli strumenti con i quali possiamo sviluppare le nostre fotografie, modificando esposizione, toni, colori e calibrazioni di tutti gli aspetti delle immagini.

Istogramma
Oltre che rappresentare la luminosità della fotografia, divisa anche per i singoli canali di colore, l'istogramma su Lightroom offre alcune scorciatoie per modificare esposizione e toni dell'immagine, oltre che attivare la visualizzazione delle zone dove le ombre o le alteluci raggiungono nero e bianco puri.



Strumenti ad area
Con i sei strumenti di questo pannello possiamo effettuare modifiche alla nostra fotografia modificando solamente alcuni dettagli o alcune aree dell'immagine.



Sovrapposizione ritaglio

Il ritaglio (o crop in inglese) ci permette di ritagliare e raddrizzare la nostra fotografia, cambiando la composizione dell'immagine. In qualsiasi momento possiamo tornare alla foto originale o apportare ulteriori modifiche alle dimensioni e al rapporto tra larghezza e altezza del ritaglio.



Rimozione macchie
La rimozione macchie è uno strumento simile al timbro clone di Photoshop, pensato per ripulire la fotografia da piccoli dettagli come polvere o imperfezioni sulla pelle.



Originariamente la rimozione macchie poteva essere utilizzata soltanto selezionando le aree da cambiare con una selezione a cerchio, ma nelle ultime versioni è possibile fare pennellate per la selezione, consentendo di utilizzare questo strumento anche per cambiare parti più grandi della fotografia e non solo piccoli dettagli.

Correzione occhi rossi
Con questo strumento possiamo eliminare l'effetto di occhi rossi nei ritratti quando viene utilizzato un flash montato sulla macchina fotografica.

Filtro graduato
Il filtro graduato ci consente di applicare modifiche ai toni, ai colori e ad altri aspetti dell'immagine scegliendo un'area localizzata dell'immagine attraverso una linea che divide l'area dove le modifiche avranno effetto e l'area dove la fotografia non verrà modificata, le linee secondarie controllano l'ampiezza della transizione.



La linea del filtro graduato può essere ruotata e possono essere applicati più di un filtro graduato all'immagine, rimovibili in qualsiasi momento.

Le modifiche che scegliamo dal pannello del filtro graduato sono separate dalle modifiche globali che si effettuano dai menu principali del modulo Sviluppo.

Filtro radiale
Simile al filtro graduato, il filtro radiale permette di modificare la fotografia utilizzando come area di selezione un cerchio che può essere sfumato.



Pennello di regolazione
Il pennello di regolazione svolge la stessa funzione dei due filtri precedenti, ma questa volta possiamo disegnare su quale area le nostre modifiche avranno effetto.



Con questo sono finiti gli strumenti con i quali modifichiamo solamente alcune zone dell'immagine, continuiamo ora con i menu che modificano globalmente la fotografia che stiamo lavorando.

Base
Il menu di base raccoglie tutti gli aspetti principali che possiamo modificare in una fotografia (scegliendo se lavorarla a colori o convertila in bianco e nero).



Abbiamo la temperatura colore, l'esposizione il contrasto, il rapporto tra zone di ombre e di luce, la chiarezza (che aumenta il contrasto nei mezzi toni, aumentando o diminuendo la percezione di nitidezza), la vividezza (che in maniera simile alla chiarezza va ad aumentare la saturazione selettivamente solo dei colori meno saturi) e la saturazione.

Curva di viraggio
La curva di viraggio è uno strumento con il quale possiamo cambiare i rapporti e l'intensità delle diverse zone di luminosità nella nostra fotografia. Inizialmente è una linea retta che parte dall'angolo in basso a sinistra (il nero) e arriva all'angolo in alto a destra (il bianco).



Cambiando la forma di questa curva modifichiamo ai diversi livelli di luminosità se la nostra fotografia deve essere più chiara o più scura.

HLS / Colori / B&N
In questo menu cambiamo tonalità, saturazione e luminanza dei singoli colori. Quindi per esempio potremmo decidere di rendere leggermente più sature tutte le parti che hanno del rosso nella fotografia oppure far tendere sul giallo tutte le parti verdi.



Nel pannello B&N convertiamo la fotografia in bianco e nero e scegliamo la luminosità nell'immagine convertita di ogni colore che era presente originariamente nella versione a colori.

Divisione toni
Nella divisione toni la fotografia viene divisa tra luci e ombre e dei due aspetti possiamo modificare la saturazione e la tonalità (scegliendo per esempio di dare una dominante blu alle ombre).



Dettagli
All'interno di questo menu si trovano due strumenti molto importanti: il controllo della nitidezza e la riduzione disturbo (o riduzione del rumore). Attraverso queste opzioni se scattiamo in RAW possiamo ottenere il massimo dettaglio dalle nostre fotografie.



Grazie alla grande quantità di informazioni contenute in un negativo digitale e agli algoritmi avanzati di Lightroom, anche se scattiamo a valori di ISO più alti del normale, abbiamo modo di ottenere una fotografia che abbia una quantità accettabile di rumore e una buona nitidezza.

Correzioni obiettivo
Qualsiasi obiettivo ha in quantità più o meno grandi tre tipi di aberrazione: la distorsione sui bordi, la vignettatura e l'aberrazione cromatica.



Nel menu Correzioni obiettivo se l'obiettivo che abbiamo utilizzato è presente nella banca dati del programma, queste aberrazioni possono essere corrette automaticamente.

Altrimenti possiamo passare alla modalità manuale dove modificare i parametri di correzione manualmente.

Trasformazione
Con questo strumento applichiamo una correzione alla prospettiva della fotografia, che possono essere fatte sia automaticamente da Lightroom che manualmente.



Per esempio se abbiamo una fotografia di un palazzo scattata dal basso, dove la sommità dell'edificio è rastremata per via della prospettiva, con il menu trasformazione possiamo rendere il palazzo dritto.

Effetti
Tra gli effetti abbiamo la possibilità di aggiungere una vignettatura, aggiungere grana (per simulare l'effetto pellicola) e diminuire la foschia (come quella nei paesaggi all'alba).



Calibrazione fotocamera
I profili di calibrazione della fotocamera controllano come vengono interpretati inizialmente i file RAW dal programma. Possiamo scegliere i profili preinstallati o modificare manualmente il profilo, così per partire per esempio da un'immagine che somigli a ciò che vediamo sullo schermo della nostra macchina fotografica.



Copia / Incolla
Con i due tasti che troviamo in fondo alla barra laterale sinistra possiamo copiare tutte o una parte delle modifiche che abbiamo apportato a una fotografia e incollarle su altre fotografie.



Nel mio flusso di lavoro molto spesso tengo tutte le opzioni attive, salvo quelle che creano modifiche ad area, come si vede nell'immagine qui sotto.



Precedente / Ripristina
In fondo alla barra laterale destra invece abbiamo il tasto Precedente con il quale applichiamo alla fotografia corrente tutte le modifiche apportate all'ultima immagine che abbiamo visualizzato e il tasto Ripristina con il quale riportiamo tutti i parametri della fotografia ai valori iniziali.



Tasto \
Le scorciatoie su Lightroom sono tantissime, ma una tra le più comode durante la lavorazione di un'immagine è il tasto \ (si trova sopra al tasto Tab) con il quale nel modulo Sviluppo possiamo visualizzare il prima e il dopo della fotografia, per valutare i risultati delle modifiche che stiamo facendo.

In conclusione
La lezione di oggi era un ampio sguardo di insieme a tutti i menu del modulo Sviluppo, nelle prossime lezioni approfondiremo questi argomenti, imparando diversi metodi per lavorare le nostre fotografie e scoprendo nuove scorciatoie e menu nascosti che si possono attivare con speciali combinazioni di tasti.

 
Ultima modifica:

bobol

GURU
Registrato
14 Luglio 2014
Messaggi
6.696
Località
Monterotondo (Roma)
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
ellapeppa che articolo....:applauso:
 

Harma

GURU
Registrato
8 Aprile 2012
Messaggi
8.582
Località
Toscana
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
NIKON D3100 AF-S NIKKOR18-105 Tamtom 90mm
Sesso
Femmina
Ottimo Carlo,specialmente per chi si affaccia per la prima volta su LR...
In Italiano ci sono veramente poche video...
Io uso LR 4 e lo strumento rimozione macchie non è proprio un granchè e perciò ho comprato il programma Snapheal CK,il quale devo ancora testare..
Io non uso mai i scorciatoie sulla tastiera,ma il tasto \ da te indicato è veramente comodo.....
Ottimo lavoro :applauso:..
 
Alto