• Ciao Ospite, non dimenticare di partecipare al 27° Concorso P2L - La mia estate! Per i primi tre classificati ci sono in palio filtri fotografici ND della K&F Concept!

Esposizione Filtro ND 1000

hauk

Esperto
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
270
Sesso
Maschio
Buongiorno a tutti,
non sono sicuro di scrivere nella sezione giusta.
In questi giorni ho deciso di comprarmi un filtro ND1000 per provare a fare foto con effetto acqua e cielo setosi.
Ma dato che sono alle prime armi ho dei dubbi sul corretto utilizzo di esso.
La procedura che pensavo di usare è questa:
Dopo aver messo la macchina sul cavalletto e aver inquadrato la mia composizione uso il programma di Posa B, poi dopo aver calcolato la iperfocale tramite la comoda app imposto l'apertura del diaframma e gli ISO li tengo bassi, cioè da 100 a max 400, forse meglio 100... poi tramite il timer bulb imposto il tempo di scatto, ma come faccio a sapere il tempo giusto di scatto? Una volta scattata la foto l'anteprima sarà esposta giusta o sempre sottoesposta da correggere in postproduction?

Grazie anticipatamente per la vostra cordiale partecipazione.
 

Benedetto

PRO
Registrato
10 Febbraio 2016
Messaggi
2.791
Località
Chioggia
Corpo macchina
Nikon D5100
Sesso
Maschio
non ho mai usato un ND1000 ma a parte questo perchè vuoi complicarti la vita con tempi e diaframmi in manuale?, se sei su tripode imposti il diaframma che più ti aggrada quindi in priorità dei diaframmi (cioè quello che secondo te o la app che utilizzi) e che ti da il massimo della pdc, disinserisci lo stabilizzatore sull'obiettivo, imposti tramite menù della fotocamera la posticipazione del pentaspecchio o pentaprisma, avviti il filtro sull'obiettivo e scatti. In questo caso il tempo diventa ininfluente visto che sei su tripode per cui non hai nessun problema cono mosso o micromosso a meno che ci sia in quel momento vento forte;)
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.503
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
Ha ragione @Benedetto , perchè complicarsi la vita......
cavalletto, messa a fuoco senza filtro, togliere la messa a fuoco automatica, calcoolare la priorità dei diaframmi cercando di stare almeno su un 250° con l'esposizione, mettre il filtroo e poi scattare, dopo una decina di secondi la macchina, in automatico, fermerà l'esposizione e nell'anteprima dovresti vedere la tua esposizione perfetta, sicuramente avrai una dominante di colore sul verdone o sul magenta, dipende dalla marca del filtro ma è una dominante che dovresti eliminare facilmente con qualsiasi software per fotooritocco, in quanto agli ISO più bassi sono meglioè, ma piuttosto che avere esposizioni assurde come il limite della fotocamera, generalmente intorno ai trenta secondi, alza gli iso che un po' di rumore, se ci sarà, non sarà certo fastidioso, dai fai le prove e poi metti qualcosa qui.
lascia perdere l'iperfocale e metti a fuoco bene prima d mettere il filtro, le iperfocali le usavamo quando le fotocamere avevano un "stima" della distanza incisa sulla ghiera delle ottiche e misuravamo con un telemetro separato infilato sulla slitta del flash, e... sistematicamente avevamo a fuoco tutt'altro.
 

hauk

Esperto
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
270
Sesso
Maschio
Grazie Benedetto e Luciano per le dritte,
ho preso un ND1000 come 1° scelta perché considerato che scatto principalmente in pieno giorno avrei molta luce ma poi magari prenderò altro per adesso ho comprato 1 polarizzatore e 1 nd 1000 dato che costano anche bei cari.

@Benedetto : perché devo disinserire lo stabilizzatore? e poi cosa intendi posticipazione del pentaspecchio o pentaprisma? É forse il blocco dello specchio?

@49luciano : cosa vuol dire stare sui 250° con l'esposizione? Io mi sono letto qualcosa sulla regola dell'iperfocale per scegliere la giusta apertura per avere tutto a fuoco senza chiudere troppo il diaframma.

Poi dite di scattare in AV così impostati iso e f il tempo lo imposta da solo. Io guardavo dei video su YouTube, fatti bene, tipo quelli di massimiliano coniglio che per dare il giusto effetto usavano dei tempi anche oltre il minuto, questo è possibile solo tramite la posa B visto che con altri programmi al max il tempo è di 30 sec. adirittura Luciano dice di tenere tempi più corti e magari alzare gli iso.... però magari tempi troppo lunghi con un APSC-C creano troppo disturbo.

Certo che bisogna provare e riprovare però una base sarebbe utile.:aehm:
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.503
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
@Benedetto : perché devo disinserire lo stabilizzatore? e poi cosa intendi posticipazione del pentaspecchio o pentaprisma? É forse il blocco dello specchio?

@49luciano : cosa vuol dire stare sui 250° con l'esposizione? Io mi sono letto qualcosa sulla regola dell'iperfocale per scegliere la giusta apertura per avere tutto a fuoco senza chiudere troppo il diaframma.

Certo che bisogna provare e riprovare però una base sarebbe utile.:aehm:
1) Sul cavalletto bisogna sempre spegnere lo stabilizzatore per un fattore meccanico, non serve e crea anche fastidiose vibrazioni su scatti veloci, nel tuo caso non li noteresti ma è consigliato togliere lo stabilizzatore comunque.

2) per i filtri ND invece bisogna fare un paragone al comportamento della pellicola che con l'allungamento dei tempi di esposizione bisogna anche calcolare il "difetto di reciprocità" la sensibilità in iso della pellicola è calcolata in un range di luminosità, che traducendo in tempi di esposizione vanno da un secondo fino a un 1000°, fuori da questo range i tempi si allungano in basso e si accorciano in alto, ovvero se la mia tabella di esposizione mi da 20 secondi, effettivamente dovrei esporre almeno un 25 secondi e se mi da un 4000° dovrei esporre per un tre millesimo oppure chiudere un terzo di diaframma, questo con l'analogico, il digitale invece da altre "grane" se esponi lungo, oltre i 20 secondi, la tua esposizione potrebbe anche essere esatta ma il rumore aumenta vistosamente per i riscaldamento del sensore, se esponi invece anche ad un 8000° può essere che il sensore esponga non correttamente ma non te ne aggorgeresti, è molto difficile vedere che la finestra di tempi così rapidi ( la fessura delle tendine a 1/8000° è poco più di 0,5mm e quindi se l'otturatore è molto usato tre esposizioni a quei tempi difficilmente sono precise) la variazione è solo strumentale ma c'è. quindi aldilà di ogni teoria e ogni video su qualsiasi social, e ben vengano, io, personalmente consiglio di non fare esposizioni fuori dal range che ho spiegato, ovviamente se ho bisogno di esporre anche dei minuti lo faccio... ma solo se sono obbligato, chiaramente è il mio "modus operandi" e chi mi ha seguito lo usa con soddisfazione e con risultati quasi sempre sicuri, ma la fotografia è un modo di ricordare attimi irripetibili e deve essere usata come piace ad ognuno di noi.
Ora una bella birretta e, tu che puoi scatta foto e divertiti, ciao.

:);):fotografo:
 
Ultima modifica:

Benedetto

PRO
Registrato
10 Febbraio 2016
Messaggi
2.791
Località
Chioggia
Corpo macchina
Nikon D5100
Sesso
Maschio
su quanto espresso da Luciano personalmente c'ho capito poco:giggle:, comunque lo stabilizzatore con fotocamera su tripode cerca sempre e comunque di fare il suo lavoro e questo comporta inesorabilmente del micromosso (ho effettuato in casa delle prove di messa a fuoco ed è vero, con lo stabilizzatore inserito le foto vengono mosse), mentre il discorso del pentaspecchio/pentaprisma (il primo presente sulle reflex entrylevel il secondo sulle semipro e pro) all'atto dello scatto alzandosi per far passare la luce e impressionare il sensore produce una leggera vibrazione che anch'essa produce del micromosso per cui tra le opzioni presenti nel menù della fotocamera c'è una voce che se selezionata permette dopo aver effettuato lo scatto di dare la precedenza appunto al pentaspecchio/pentaprisma di alzarsi e subito dopo ci sarà l'apertura della tendina e l'esposizione del sensore. Questo per avere il massimo dettaglio e la massima nitidezza. Tieni presente che un ND1000 è pari a una variazione 10 stop cioè o 10 scatti del selettore iso, o 10 scatti del selettore diaframma, o 10 scatti del selettore tempo..... o una combinazione tra i tre parametri fondamentali che sono alla base del triangolo dell'esposizione, cioè iso/tempo/diaframma, comunque (come indicato da Luciano) sarebbe bene non abusare troppo nell'allungare i tempi di scatto pena il surriscaldamento del sensore e di conseguenza aumento del rumore digitale, comunque personalmente ho eseguito esposizioni anche di quelche minuto senza grossa presenza di rumore.
 

bobol

GURU
Registrato
14 Luglio 2014
Messaggi
6.471
Località
Monterotondo (Roma)
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
Tieni presente che un ND1000 è pari a una variazione 10 stop cioè o 10 scatti del selettore iso, o 10 scatti del selettore diaframma, o 10 scatti del selettore tempo
Aspetta mi sfugge una cosa, oppure non ho capito bene....a differenza degli ISO e dei Tempi (dove uno scatto in avanti o indietro corrisponde ad 1 Stop) lo spostamento di 1 stop con i Diaframmi si ottiene invece con "tre scatti" della ghiera dei diaframmi , quindi ottengo l' abbassamento di uno stop passando ad esempio da f1.8 a f2.5 (nel mio caso Nikkor 50 1.8 ho questa scala diaframmi 1.8 - 2 - 2.2 - 2.5 - 2.8 - 3.2 - 3.5 - 4 ecc fino a f22) che, dovrò eventualmente compensare con uno scatto in avanti degli ISO o uno scatto indietro con i Tempi per avere la stessa esposizione di partenza.
E' così ?
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.503
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
su quanto espresso da Luciano personalmente c'ho capito poco:giggle:, .
@Benedetto ti riferisci al difetto di reciprocità? cerca su google questa "difetto di reciprocità fotografia" troverai varie e esaustive spiegazioni, magari non tutte uguali ma sicuramente tutte nella stessa direzione.

@bobol la scala dei diaframmi che tu citi è una scala che segna 1/3 di diaframma a scatto, quindi oogni tre scatti dimezzi o raddoppi la luminosità, la scala corretta è 1-1,4-2-2,8-4-5,6-8-11-16-22-32-64, ogni lettura intemediaria è solo una "finezza" di marche come la nostra :)))
ciao a tutti e ora sigaretta e poi nanna.
 

bobol

GURU
Registrato
14 Luglio 2014
Messaggi
6.471
Località
Monterotondo (Roma)
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
Grazie Luciano per la chiarificazione.......anche solo nanna va bene anzi è meglio :D
Buona notte :ciao:
 

Benedetto

PRO
Registrato
10 Febbraio 2016
Messaggi
2.791
Località
Chioggia
Corpo macchina
Nikon D5100
Sesso
Maschio
mi avete fatto venire l'emicrania:°( per cui a letto con l'aspirina:giggle::addio:
 

hauk

Esperto
Registrato
8 Dicembre 2018
Messaggi
270
Sesso
Maschio
Sinceramente non pensavo di entrare in un discorso così complesso :???:
Anche se poi niente sarà così difficile una volta imparata...:libro:

Allora 1° regola togliere lo stabilizzatore di immagine ogni qualvolta si scatti su cavaletto con o senza filtro.

Poi per scatti macro di 1° piano, o per scatti di lunghe esposizioni bloccare il sollevamento del pentaprisma o pentaspecchio nel mio caso è il pentaprisma e ho letto il manuale la voce del menu sarebbe blocco dello specchio che una volta attivata questa voce si preme 1 volta il pulsante di scatto e il prisma si alza senza scattare poi si preme la seconda volta e apre l'otturatore. (Così dovrebbe fare) poi forse se usi il telecomando o autoscatto fa tutto da solo ma non so devo provare.

Cmq. impostati questi 2 parametri devo mettere a fuoco. Quì aimè il difetto di reciprocità fotografia citato da Luciano non mi sembra una passeggiata, sinceramente non capisco cosa c'entrano i gradi. Dice di cercare su internet ma trovo articoli che parlano di pellicola e storia della fotografia. Probabilmente cerco sbagliato se mi allungassi un link....

Ma poi perché non va bene usare la regola del iperfocale per l'inquadratura, con l'applicazione per cellulari sembra facile e sbrigativo, basta scrivere la focale che stai usando e circa la distanza del punto che stai mettendo a fuoco e ti fa vedere il grafico per usare al meglio l'apertura del diaframma.

Poi non so se avete visto che si può usare anche un apertura più ampia e mettere a fuoco prima da vicino poi medio infine in profondità e usare PP o LC e unire gli scatti. Questa tecnica mi sembra si chiami Focus Stacking.

Poi comunque dopo avere correttamente esposto avvito il filtro facendo attenzione a non muovere niente e allungo i tempi o faccio allungare i tempi da solo in AV fino a trovare un anteprima piuttosto piacevole.
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.503
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
Sinceramente non pensavo di entrare in un discorso così complesso :???:
Anche se poi niente sarà così difficile una volta imparata...:libro:

Effettivamente è più un ragionamento teorico che pratico, queste discussioni si fanno solo ad un tavolo dove si vuole raggiungere "la perfezione delle cose", (che ritengo assurda ed eccessiva) a volte ci si chiede perchè in una fotografia a lunga esposizione ci risulta più o meno sottoesposta, quello è il risultato di un difetto di reciprocità comune nelle pellicole, ma come vedo è dura da spiegare e da capire, ma è una delle tante insidie della chimica e della realizzazione nella fotografia

Allora 1° regola togliere lo stabilizzatore di immagine ogni qualvolta si scatti su cavaletto con o senza filtro.

Esatto

Poi per scatti macro di 1° piano, o per scatti di lunghe esposizioni bloccare il sollevamento del pentaprisma o pentaspecchio nel mio caso è il pentaprisma e ho letto il manuale la voce del menu sarebbe blocco dello specchio che una volta attivata questa voce si preme 1 volta il pulsante di scatto e il prisma si alza senza scattare poi si preme la seconda volta e apre l'otturatore. (Così dovrebbe fare) poi forse se usi il telecomando o autoscatto fa tutto da solo ma non so devo provare.

OK

Cmq. impostati questi 2 parametri devo mettere a fuoco. Quì aimè il difetto di reciprocità fotografia citato da Luciano non mi sembra una passeggiata, sinceramente non capisco cosa c'entrano i gradi. Dice di cercare su internet ma trovo articoli che parlano di pellicola e storia della fotografia. Probabilmente cerco sbagliato se mi allungassi un link....

Messa a fuoco e difetto di reciprocità non hanno nulla in comune.

Ma poi perché non va bene usare la regola del iperfocale per l'inquadratura, con l'applicazione per cellulari sembra facile e sbrigativo, basta scrivere la focale che stai usando e circa la distanza del punto che stai mettendo a fuoco e ti fa vedere il grafico per usare al meglio l'apertura del diaframma.

L'iperfocale, per quello che può valere, è semplicemete il calcolo della profondità di campo con una data ottica, un dato diaframma e una data distanza, nel caso delle ottiche odierne non c'è quasi più nemmeno la scala della distanza, quindi perchè complicarsi la vita e non lasciar fare alla fotocamera che mette a fuoco dove vuoi e ti toglie ogni problema, se poi per tua curiosità vuoi calcolare dove la tua foto sarà a fuoco da tot metri a tot altri ok, ma sarà sempre un calcolo impreciso e il fuoco reale sarà solo dove tu avrai puntato la messa a fuoco, poi la parvenza di fuoco nella profondità di campo ti darà l'impressione che dentro tale campo sia tutto nitido, ma, sempre per precisare, se tu dovessi ingrandire l'immagine per fare un manifesto cinematografico vedresti che il fuoco totale non c'è, ma questo sempre per precisare che la teoria si discosta dalla pratica.....

Poi non so se avete visto che si può usare anche un apertura più ampia e mettere a fuoco prima da vicino poi medio infine in profondità e usare PP o LC e unire gli scatti. Questa tecnica mi sembra si chiami Focus Stacking.

Parliamone più avanti:)


Poi comunque dopo avere correttamente esposto avvito il filtro facendo attenzione a non muovere niente e allungo i tempi o faccio allungare i tempi da solo in AV fino a trovare un anteprima piuttosto piacevole.
riepiloghiamo, ;
niente stabilizzatore, mettere a fuoco e togliere l'autofocus, selezionare il diaframma, mettere il filtro e scattare.
Mi scuso se ho scritto sbagliato nei mei interventi il simbolo ° non si riferiva ai gradi ma alla frazione del tempo di scatto, mi è sfuggito....:aehm:
 
Ultima modifica:

cronos80

PRO
Registrato
25 Agosto 2014
Messaggi
594
Località
Salerno
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
Nikon D5300
Sesso
Maschio
@bobol per la verità anche gli ISO si spostano con 1/3 di stop

 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.503
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
@bobol per la verità anche gli ISO si spostano con 1/3 di stop

Scusa @cronos80 questa tabella cosa vorrebbe significare? non credo sia una tabella per le equivalenze perchè se lo fosse sarebbe completamente errata, esempio: 1600ISO -1/60- f8, l'equivalente a 3200ISO 1/125-f8, nella tabella avrei una sovraesposizione di 4 volte, qualcosa non quadra, metti il link da dove l'hai presa? non per polemica ma per capire. ciao.
 
Ultima modifica di un moderatore:

bobol

GURU
Registrato
14 Luglio 2014
Messaggi
6.471
Località
Monterotondo (Roma)
Corpo macchina
Nikon D7200
Sesso
Maschio
Si non è molto chiara, non credo che vada letta per righe ma semplicemente come riferimento scala per ogni singolo valore una volta trovata la terna corretta
 

cronos80

PRO
Registrato
25 Agosto 2014
Messaggi
594
Località
Salerno
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
Nikon D5300
Sesso
Maschio
... esempio: 1600ISO -1/60- f8, l'equivalente a 3200ISO 1/125-f8, nella tabella avrei una sovraesposizione di 4 volte...
@49luciano il link è questo. Non capisco però perché dici che avrei una sovraesposizione di 4 volte.
Anche per me vale lo stesso nessuna polemica, voglio capire se ho scritto una castroneria :aehm:

Si non è molto chiara, non credo che vada letta per righe ma semplicemente come riferimento scala per ogni singolo valore una volta trovata la terna corretta
Esatto, non è una scala di equivalenze, ma solo quali sono gli stop nei diversi parametri. Volevo evidenziare come sulle nostre Nikon gli step siano di 1/3 di stop e non di uno stop intero.
 

49luciano

PRO
Registrato
28 Luglio 2014
Messaggi
1.503
Località
Bergamo
Sito Web
www.flickr.com
Corpo macchina
D7100
Sesso
Maschio
@49luciano il link è questo. Non capisco però perché dici che avrei una sovraesposizione di 4 volte.
Anche per me vale lo stesso nessuna polemica, voglio capire se ho scritto una castroneria :aehm:
Ho letto tutto l'articolo ed effettivamente la tabella è impostata male e la spiegazione viene data solo nella parte finale dell'articolo dove... rimette tutte le ruote sul binario.
---------------------------------------------------------------
Come si usa nella pratica questa tabella degli Stop?
Parti dalla tripletta che contraddistingue la foto che hai scattato e muovi poi i parametri se non sei contento dell’esposizione oppure se vuoi ottenere un effetto diverso.

Facciamo un semplice esempio: poniamo che hai fatto una foto con iso 200, tempo 1/60, diaframma 8; che essa sia correttamente esposta, ma che tu voglia meno profondità di campo per fare un bell’effetto bokeh
Devi allora aprire il diaframma. Diciamo che lo apri di ben di 4 stop, arrivando a F/2 (conta gli stop sulla tabella, lungo la colonna “diaframma”).

Se lasci tempo e iso come prima la foto sarà inevitabilmente sovraesposta.

Devi allora compensare diminuendo iso e tempi, e lo fai utilizzando la tabella.

Per esempio muovendoti di uno stop nella scala degli ISO, e arrivando così a 100. E di 3 in quella dei tempi, arrivando così a 1/500.

Insieme, questi due movimenti compensano i 4 stop di movimento del diaframma. La tabella insomma serve per trovare triplette equivalenti da un punto di vista dell’esposizione.
---------------------------------------------------------------------

Ogni volta che apri di uno stop o lo chiudi la luce raddoppia o si dimezza, se gli stop diventano due, ogni volta che apri o chiudi di due stop la differenza è di 2+2=4, a volte ci sono dei forum o dei blog che scrivono cose o operazioni che non vengono spiegate e molte altre volte (me compreso) dico o spiego cose come se, davanti a me, ci fossero già persone che sanno di cosa stiamo parlando, quindi vedendo la tabella e leggendo tutto l'articolo, nascono le mie riserve che vengono improvvisamente corrette con l'ultima parte dell'articolo lasciando del caos nel resto, la tabella avrebbe dovuto essere formata da tre tabelle distinte e non affiancate, tabelle affiancate servono solo se nelle righe adiacenti forniscano una logica progressione o degressione, invece sono delle semplici tabelle dove sono elencati i vari valori di ISO, TEMPI E DIAFRAMMI, che sarebbero rientrati in una logica se le tabelle fossero state separate, quindi la tebella che hai postato non rientrava nella discussione di quest post... ma non è colpa tua sicuramente, risolto il tutto è quasi l'ora di un altro caffè.
ciao e buon pomeriggioo a tutti

 
Alto