Istantanee: Polaroid Originals OneStep+

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.756
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio

La OneStep+ è la nuova macchina fotografica istantanea prodotta dalla Polaroid Originals, che porta come innovazione la possibilità di connettersi in bluetooth agli smartphone per consentire modalità avanzate di scatto remoto.



Nel 1937, quando Edwin H. Land fondò la Polaroid, la possibilità di scattare e avere immediatamente in mano la stampa fu rivoluzionaria. Scuotere le fotografie Polaroid mentre si sviluppavano diventò il simbolo di un'epoca ma con l'avvento della fotografia digitale e la semplificazione del processo di stampa, la fotografia istantanea vide un lento declino fino a quando nel 2008 la Polaroid annunciò la cessazione della produzione delle pellicole istantanee.



Nello stesso anno però nacque la Impossible Project, che acquistò i macchinari dalla Polaroid e iniziò a produrre una propria marca di pellicole istantanee, per mantenere vivo questo genere e questo formato fotografico.



La missione della Impossible Project è stata un successo, scattare fotografie istantanee negli ultimi anni ha visto una rinascita e nel 2017 la società ha acquistato il marchio e la proprietà intellettuale della Polaroid, cambiando il nome in Polaroid Originals e cominciando a produrre pellicole con emulsioni migliorate e nuovi modelli di macchine fotografiche istantanee.



Nei modelli classici di Polaroid le batterie non sono sul corpo macchina ma all'interno delle cartucce e questo ne aumenta un po' il prezzo. Una delle innovazioni della OneStep+ (presente anche nella OneStep 2) è la batteria integrata nella macchina fotografica, che rende più pratica la ricarica e abbassa il prezzo delle nuove cartucce i-Type (oltre che migliorarne l'impatto ambientale).



La OneStep+ ha un prezzo che si aggira sui 140-160 euro ed è acquistabile sul sito ufficiale oppure su Amazon.it, le cartucce i-Type invece hanno un prezzo di circa 15-16 euro (nelle varianti a colori o in bianco e nero). Ogni cartuccia ha all'interno 8 fotografie.



Il prezzo è senza dubbio un po' alto per chi è abituato a scattare in digitale, ma rispetto ad alcuni anni fa ho apprezzato il calo nel prezzo e l'aumento della qualità delle fotografie. Il procedimento è veloce e il fascino delle Polaroid può permettere di toglierci ogni tanto lo sfizio di una cartuccia.



Le istantanee in bianco e nero della Polaroid Originals devono essere protette dalla luce per il primo minuto dopo lo scatto e nei successivi 5-10 minuti raggiungono l'aspetto finale, le istantanee a colori invece devono essere protette dalla luce per i primi sei minuti e in 10-15 minuti lo sviluppo è completo.



Il grande bottone rosso davanti è il tasto di scatto, con sopra il flash rettangolare. La macchina fotografica normalmente scatta sempre con il flash, per disattivare il flash dobbiamo tenere premuto con il pollice il tasto per annullare il flash che si trova dietro e scattare con il tasto rosso.



Dietro abbiamo il tasto di accessione (se vediamo la scritta on, la Onestep+ è accesa), l'attacco per la ricarica via cavo micro usb e il tasto di annullamento del flash.



Nella parte superiore ci sono le spie che indicano quante fotografie abbiamo a disposizione e la leva rossa che permette di cambiare tra le due lenti di cui è fornita la OneStep+.

La lente per i paesaggi è per foto dai 90cm in poi (con la messa a fuoco migliore a 1,6 metri) mentre la lente per ritratti è per fotografie tra 90cm e 30cm (con la messa a fuoco migliore a 60cm).



In una delle mie prove ho preso male le misure e ho utilizzato la lente per paesaggi invece che quella per foto ravvicinate, infatti nella fotografia lo sfondo è a fuoco, mentre io sono un po' fuori fuoco. Sopratutto le prime volte è utile prendere le misure con un metro, per imparare a valutare a occhio le distanze.



Il mirino non guarda attraverso l'obiettivo, quindi per le fotografie ravvicinate dobbiamo tenere in considerazione la differenza di punto di vista ed effettuare una leggera correzione sulla composizione.



La piccola leva con i simboli di più e meno è la compensazione dell'esposizione e poco sotto c'è l'esposimetro stesso, che prende l'esposizione sopratutto dalla zona centrale delle fotografie che scattiamo.



Il piccolo tasto più che si accende è il tasto di connessione Bluetooth, con il quale possiamo collegarci all'applicazione su telefonino e controllare a distanza la macchina fotografica. Se lo premiamo due volte invece si attiva l'autoscatto.



Le modalità di scatto dell'applicazione Polaroid Originals includono lo scatto remoto, il timer, la doppia esposizione, il light painting, l'attivazione in base al rumore e la modalità più interessante che è quella manuale.



Per ora dell'applicazione ho utilizzato sopratutto lo scatto con il timer e la modalità manuale, ma nelle prossime settimane sperimenterò anche le altre modalità e giocherò con alcune idee che ho in mente, così da preparare un video sull'argomento.

Conclusione
Ho sempre amato la fotografia istantanea e negli ultimi anni ho spesso cercato il modo per tornare a scattare questo tipo di fotografie.

In termini di prezzo a fotografia la soluzione più conveniente rimane ancora una stampante portatile a sublimazione come la Canon Selphy oppure una macchina fotografica istantanea della Fujifilm, ma nel primo caso il processo non è così immediato e nel secondo caso le stampe sono ottime foto-ricordo, ma sono molto piccole.



Il fascino delle Polaroid è imbattibile e le nuove pellicole hanno un'ottima qualità rispetto alle precedenti versioni della Impossible Project. Le fotografie hanno un buon dettaglio con una buona resa dei colori e dei contrasti.



Nonostante gli smartphone e la facilità di scattare fotografie ho visto come le persone ancora si emozionino a vedere una macchina istantanea in azione e siano contentissime di ricevere una fotografia come ricordo.

La OneStep+ è sicuramente un ottimo regalo (insieme a un po' di cartucce) da fare a un appassionato di fotografia e il prezzo delle cartucce, nonostante sia ancora alto, inizia a essere giustificabile con la qualità delle stampe. Consiglio la OneStep+ rispetto alla OneStep 2 sopratutto per la possibilità di controllare via Bluetooth i valori di scatto.

 
Ultima modifica:

Andrea85

Moderatore
Membro dello Staff
Registrato
31 Luglio 2014
Messaggi
8.853
Località
Grosseto
Corpo macchina
Sony alpha A7 Miii
Sesso
Maschio
Ottimo articolo Carlo...stasera mi guardo anche il video. Che tempi di scatto puoi selezionare dall'app in modalità manuale? (non so se lo dici nel video, ora sono a lavoro...sta male vederlo :p).
Se avessi tempo mi piacerebbe fare la recensione della mia Lomo Instant...un po'rognosa da usare (pessima in modalità auto), ma con molte impostazioni personalizzabili(esposizioni multiple, bulb, 5 diaframmi selezionabili, gelatine per flash incluse, 3 lenti aggiuntive....), e quindi divertente per un fotoamatore .
 

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.756
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
Grazie! Mi sono divertito a fare un'illuminazione un po' diversa dal solito! :D

Ottimo articolo Carlo...stasera mi guardo anche il video. Che tempi di scatto puoi selezionare dall'app in modalità manuale? (non so se lo dici nel video, ora sono a lavoro...sta male vederlo :p).
Da 1/125 di secondo fino a 30'' e anche BULB.

Se avessi tempo mi piacerebbe fare la recensione della mia Lomo Instant...un po'rognosa da usare (pessima in modalità auto), ma con molte impostazioni personalizzabili(esposizioni multiple, bulb, 5 diaframmi selezionabili, gelatine per flash incluse, 3 lenti aggiuntive....), e quindi divertente per un fotoamatore .
Infatti è ora che anche tu inizi a fare delle recensioni, le aspetto da tanto!
 
Alto