Ep.22 – Esposizione con i Flash

Pubblicato il 4 ottobre 2012 - 10:08

In questo episodio iniziamo a mettere in pratica le nozioni che abbiamo imparato finora sull'utilizzo dei flash staccati dalla reflex.

Quando scattiamo foto con la luce ambientale l'esposimetro TTL della nostra reflex ci suggerisce continuamente quali valori utilizzare per l'esposizione (anche se sono misurazioni da interpretare). Al contrario, utilizzando i flash come luci da studio, la macchina fotografica non ha modo di capire in quale momento scatti il flash (la durata di un flash dura una frazione di secondo) e non può fornirci alcun tipo di misurazione.

Per trovare i valori corretti di esposizione abbiamo due possibilitĂ . Possiamo semplicemente fare degli scatti di prova, giudicando l'esposizione dallo schermo della reflex e analizzando l'istogramma. Oppure possiamo utilizzare un esposimetro a luce incidente, come il Sekonic L-358 di cui ho parlato nella rubrica dell'Inventario.

Nell'esposimetro inseriamo i valori di ISO e tempo di scatto che abbiamo deciso per la nostra fotografia e posizionato l'esposimetro nel punto esatto che ci interessa misurare, facciamo scattare i flash. L'esposimetro restituirĂ  il valore di apertura del diaframma che possiamo utilizzare direttamente nella nostra reflex. L'esposimetro a luce incidente infatti restituisce valori oggettivi, che non hanno bisogno di interpretazione, al contrario dell'esposimetro TTL a luce riflessa della reflex.

Se abbiamo in mente anche un valore preciso di apertura del diaframma per la nostra fotografia, possiamo utilizzare l'informazione dataci dall'esposimetro per modificare il setup di luci, fino a far coincidere la misurazione dell'esposimetro con i valori che vogliamo nel nostro scatto.

Sottotitoli a cura di NonSentoMaLeggo

Foto iniziale nella quale è ancora presente luce ambientale.

Scattando ancora senza i flash, questa volta la luce ambientale è stata eliminata dalla foto.

Prima prova con i flash, senza utilizzare esposimetro. Fortuitamente l'esposizione è quasi perfetta.

Seconda foto di prova, chiudendo leggermente il diaframma per avere meno luci nello scatto.

Fotografia al soggetto, utilizzando i valori presi dalle prove sul dorso della mano.

Fotografia al soggetto, con i valori misurati dall'esposimetro a luce incidente.

Abbassando di uno stop il flash è stato possibile portare l'apertura del diaframma a f/5.0, mantenendo corretta l'esposizione.

E' da notare che tra l'ultima e la penultima fotografia, nonostante l'esposizione sia rimasta corretta, c'è un leggero cambiamento nell'illuminazione. Questo perché nella foto scattata a f/5.0 infatti a essere più presente la luce ambientale, riconoscibile nella luce con una dominante arancione.

Inserito in: Corso Avanzato COMMENTI DISABILITATI