Ep.22 - Esposizione con i flash

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.740
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio

In questo episodio iniziamo a mettere in pratica le nozioni che abbiamo imparato finora sull'utilizzo dei flash staccati dalla reflex.

Quando scattiamo foto con la luce ambientale l'esposimetro TTL della nostra reflex ci suggerisce continuamente quali valori utilizzare per l'esposizione (anche se sono misurazioni da interpretare). Al contrario, utilizzando i flash come luci da studio, la macchina fotografica non ha modo di capire in quale momento scatti il flash (la durata di un flash dura una frazione di secondo) e non può fornirci alcun tipo di misurazione.

Per trovare i valori corretti di esposizione abbiamo due possibilità. Possiamo semplicemente fare degli scatti di prova, giudicando l'esposizione dallo schermo della reflex e analizzando l'istogramma. Oppure possiamo utilizzare un esposimetro a luce incidente, come il Sekonic L-358 di cui ho parlato nella rubrica dell'Inventario.

Nell'esposimetro inseriamo i valori di ISO e tempo di scatto che abbiamo deciso per la nostra fotografia e posizionato l'esposimetro nel punto esatto che ci interessa misurare, facciamo scattare i flash. L'esposimetro restituirà il valore di apertura del diaframma che possiamo utilizzare direttamente nella nostra reflex. L'esposimetro a luce incidente infatti restituisce valori oggettivi, che non hanno bisogno di interpretazione, al contrario dell'esposimetro TTL a luce riflessa della reflex.

Se abbiamo in mente anche un valore preciso di apertura del diaframma per la nostra fotografia, possiamo utilizzare l'informazione dataci dall'esposimetro per modificare il setup di luci, fino a far coincidere la misurazione dell'esposimetro con i valori che vogliamo nel nostro scatto.

 
Registrato
9 Gennaio 2012
Messaggi
2.530
Località
Roma
Sito Web
500px.com
Corpo macchina
Canon EOS 1100D
Sesso
Maschio
Ottimo, come sempre del resto... ;)

PS: In un primo momento ero convinto che il soggetto fosse dude... poi ho notato che aveva un'espressione più intelligente ed ho capito che non poteva essere lui... :rotfl:
 

mimmo miccolis

Maestro
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
392
Grande lavoro come al solito Carlo, anche se per il momento è un segmento della fotografia che non voglio/posso affrontare.:ciao:
 

Fearless

GURU
Registrato
20 Ottobre 2010
Messaggi
14.617
Località
Casavatore
Corpo macchina
Nikon D600
Sesso
Maschio
A che ti riferisci quando parli del metodo costoso dei professionisti?
La parabola del flash nel softbox a quanto era? Hai fatto delle prove con l'esposimetro per vedere se cambiando la parabola ti indicava un valore di apertura differente?
 

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.740
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
A che ti riferisci quando parli del metodo costoso dei professionisti?
All'utilizzo di esposimetro a luce incidente, bisogna investire almeno 200-300 euro per un sekonic.

La parabola del flash nel softbox a quanto era?
Al millimetraggio minimo, 26mm, così da prevenire il più possibile la formazione di hotspot.

Hai fatto delle prove con l'esposimetro per vedere se cambiando la parabola ti indicava un valore di apertura differente?
Non mi è capitato di farne in maniera scientifica, ma sicuramente con questo tipo di softbox se si concentra il lampo del flash esce un po' più luce dal softbox perché colpisce direttamente il tessuto diffusore, senza rimbalzare sulle parti argentate, però in questo caso si può formare un hotstop, cioè una zona centrale più luminosa e un'illuminazione meno omogenea.
 

isio

PRO
Registrato
15 Maggio 2011
Messaggi
1.048
Località
Rovigo-Padova
Corpo macchina
Canon EOS 7d
Sesso
Maschio
Saggio pubblicarla ora, Carlo. Così ai comics non ci saranno scuse per nessuno, le nozioni base van sapute. :p
 

frenkio

Esperto
Registrato
12 Settembre 2011
Messaggi
44
Sito Web
www.flickr.com
Sesso
Maschio
Ottimo.
E' sempre un piacere vedere i tuoi filmati
 

chef papa'

Esperto
Registrato
22 Giugno 2012
Messaggi
318
Corpo macchina
canon eos 60 d
Sesso
Maschio
pensando che non e' facile fare video del genere, dimostri di avere un'ottima istruzione e seria esperienza!:rolleyes: bravo!!:)
 

McMartin

GURU
Registrato
18 Agosto 2011
Messaggi
8.652
Corpo macchina
Nikon D7000
Sesso
Maschio
Visto ma lo devo rivedere, non igienico guardare la puntata di un argomento difficile con un occhio sulla chat :bash:
 

Achilles

GURU
Registrato
14 Novembre 2011
Messaggi
7.425
Località
Trieste
Sito Web
photopivo.net
Corpo macchina
Nikon D600
Sesso
Maschio
Mitico...mi sono sparato gli ultimi 2 episodi uno dietro all'altro...che casino sto flash...però ora mi sono chiari diversi concetti! Grazie Nomed, mitico come sempre!!!
 

eye liner

Esperto
Registrato
24 Ottobre 2012
Messaggi
11

In questo episodio iniziamo a mettere in pratica le nozioni che abbiamo imparato finora sull'utilizzo dei flash staccati dalla reflex.

Quando scattiamo foto con la luce ambientale l'esposimetro TTL della nostra reflex ci suggerisce continuamente quali valori utilizzare per l'esposizione (anche se sono misurazioni da interpretare). Al contrario, utilizzando i flash come luci da studio, la macchina fotografica non ha modo di capire in quale momento scatti il flash (la durata di un flash dura una frazione di secondo) e non può fornirci alcun tipo di misurazione.

Per trovare i valori corretti di esposizione abbiamo due possibilità. Possiamo semplicemente fare degli scatti di prova, giudicando l'esposizione dallo schermo della reflex e analizzando l'istogramma. Oppure possiamo utilizzare un esposimetro a luce incidente, come il Sekonic L-358 di cui ho parlato nella rubrica dell'Inventario.

Nell'esposimetro inseriamo i valori di ISO e tempo di scatto che abbiamo deciso per la nostra fotografia e posizionato l'esposimetro nel punto esatto che ci interessa misurare, facciamo scattare i flash. L'esposimetro restituirà il valore di apertura del diaframma che possiamo utilizzare direttamente nella nostra reflex. L'esposimetro a luce incidente infatti restituisce valori oggettivi, che non hanno bisogno di interpretazione, al contrario dell'esposimetro TTL a luce riflessa della reflex.

Se abbiamo in mente anche un valore preciso di apertura del diaframma per la nostra fotografia, possiamo utilizzare l'informazione dataci dall'esposimetro per modificare il setup di luci, fino a far coincidere la misurazione dell'esposimetro con i valori che vogliamo nel nostro scatto.

Complimenti per le buone presentazioni.
Desidero un chiarimento sull'episodio 22, minuto 2,16 e minuto 2,50 quando ti sposti verso il basso prima di scattare la foto sullo sfondo. Cosa fai stai facendo?
grazie per la risposta
 

Nomed

Autore P2L
Membro dello Staff
Registrato
25 Giugno 2011
Messaggi
4.740
Località
Sofia
Sito Web
www.carlo-orlandi.com
Corpo macchina
Canon EOS 550D
Sesso
Maschio
Complimenti per le buone presentazioni.
Desidero un chiarimento sull'episodio 22, minuto 2,16 e minuto 2,50 quando ti sposti verso il basso prima di scattare la foto sullo sfondo. Cosa fai stai facendo?
grazie per la risposta
Ti ringrazio per i complimenti! :) Visto che avevo l'obiettivo con l'autofocus attivato, stavo prendendo una messa a fuoco a caso per poter scattare la fotografia, essendo la parete uniforme, mi sono abbassato, puntando sul pavimento e prendendo lì la messa a fuoco.
 
Alto